CHIUDI
CHIUDI

18.06.2019

Operazione strade sicure Incrocio «killer» nel mirino della nuova segnaletica

L’incrocio «a tre vie»: è uno dei tratti stradali a rischio di Palazzolo
L’incrocio «a tre vie»: è uno dei tratti stradali a rischio di Palazzolo

L’amministrazione comunale di Palazzolo, che ha affidato all’ingegner Massimo Percudani il nuovo Piano generale del traffico urbano, per migliorare la sicurezza sulle strade ha incrementato di 10 mila euro il finanziamento per potenziare la segnaletica. SPIEGA l’assessore ai lavori pubblici, Francesco Marcandelli: «Lo studio sul traffico nasce dalla richiesta dei cittadini di modificare la viabilità e risolvere criticità emerse negli ultimi anni. Ritengo che affidare a dei professionisti di lo studio di soluzioni tecniche, favorisca una visione globale». Il piano prevede una fase di indagine, che coinvolgerà alcuni studenti dell’Istituto «Marzoli» assistiti dai tecnici comunali e Polizia locale per la raccolta dati sui flussi veicolari, e interviste agli utenti della strada, sia automobilisti sia pedoni e ciclisti. «Oltre alla criticità rilevate e da rilevare - spiega l’assessore Marcandelli - abbiamo chiesto al progettista soluzioni per alcune situazione come l’anello tra via Lombardia, via Brescia, via Kennedy, via Levadello (quest’ultima utilizzata dal polo scolastico), via Gorini, l’intersezione via Valena via Marzoli, e uno studio per ridurre la velocità nelle aree residenziali». Confermando l’attenzione ai bandi regionali per ottenere fondi, Marcandelli ha aggiunto: «Parteciperemo al bando sulla sicurezza stradale per recuperare risorse da utilizzare per migliorare la sicurezza sul trivio via Kennedy, via Levadello e viale Italia». IN CONCRETO, l’Amministrazione non si limiterà a studi e proposte: intanto, per la evidente pericolosità dello strano incrocio a tre vie, si punta entro l’inverno a migliorare la segnaletica verticale e orizzontale. «Nel bilancio 2019 - ha concluso l’assessore - abbiamo aumentato del 35 per cento, pari a 10mila euro, le risorse destinate al rifacimento della segnaletica grazie al lavoro degli uffici e del consigliere delegato Mario Mascheretti che ha censito, camminando sulle strade cittadine, 180 punti critici: attraversamenti pedonali, stop, precedenze, righe semafori, su cui intervenire per migliorare la loro visibilità a tutto vantaggio della sicurezza».

G.C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1