CHIUDI
CHIUDI

15.05.2019

Premiato il
docente sequestrato
con i ragazzi

La consegna a Palazzolo delle benemerenze civiche
La consegna a Palazzolo delle benemerenze civiche

Sala civica affollata a Palazzolo martedì pomeriggio, festa patronale di San Fedele, per la 54esima consegna delle benemerenze civiche. Il riconoscimento civico «Città di Palazzolo sull’Oglio» è stato assegnato a Valentino Zucchetti, ballerino e coreografo da anni primo ballerino del Royal Ballet di Londra, cresciuto a Palazzolo dove risiede negli intervalli della sua attività professionale. Gli attestati di benemerenza hanno premiato Lodovico Camozzi, succeduto al padre alla guida del gruppo che ha salvato nel 1998 la Marzoli; Anna Maria Chiappa, maestra elementare in pensione, per il suo impegno sociale e nella Croce rossa; Margherita Lozio, per l’impegno nel volontariato, da oltre trent’anni nella Caritas e in Cor unum; Battista Pozzi, melomane appassionato delle Lirica, fondatore dell’associazione Amici della Musica. È stata una sorpresa il riconoscimento all’insegnante di educazione fisica, Alessandro Cadei, nato e cresciuto a Palazzolo, che sull’autobus incendiato nel Milanese a metà marzo è riuscito con i ragazzi sequestrati a evitare la strage, tranquillizzandoli e liberandoli dalle fascette, dopo aver aiutato alcuni di loro a prendere contatto con le forze dell’ordine. «La responsabilità di ogni insegnante - ha spiegato - è operare per il bene dei propri studenti, per questo ho rifiutato interviste e di rincorrere i media. Ho indirizzato l’attenzione su di loro perché hanno dimostrato di essere una comunità viva ricordando il mio insegnante delle elementare Francesco Ghidotti, che questo mi aveva insegnato». Il riconoscimento alla memoria all’artista palazzolese Angelo Brescianini, che per decenni è stato l’anima di Mura contribuendo a rilanciare la Sagra di San Gerolamo, è stato consegnato alla moglie Maria Rosa Busoni. •

G.C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1