Provoca un incidente mortale Arrestato per omicidio stradale

di Simona Duci
Agostino Paderni aveva 66 anniIl furgone guidato dalla vittima si è ribaltato più volte su se stesso dopo l’impatto con il Range Rover
Agostino Paderni aveva 66 anniIl furgone guidato dalla vittima si è ribaltato più volte su se stesso dopo l’impatto con il Range Rover
Agostino Paderni aveva 66 anniIl furgone guidato dalla vittima si è ribaltato più volte su se stesso dopo l’impatto con il Range Rover
Agostino Paderni aveva 66 anniIl furgone guidato dalla vittima si è ribaltato più volte su se stesso dopo l’impatto con il Range Rover

È stato arrestato in serata conducente del suv che con un sorpasso azzardato ha provocato l’incidente costato la vita ad Agostino Paderni un artigiano di 66 anni residente a Cazzago. Nello schianto avvenuto alle 8 a Rovato è rimasto ferito anche il 37enne di origine kosovara e la connazionale di 47 anni che gli viaggiava accanto. L’automobilista è risultato negativo al test di alcol e droga ma è stato arrestato per omicidio stradale per la violazione del codice della strada, per aver sorpassato in centro abitato alla presenza della doppia riga continua. Agghiaccianti le testimonianze. «Ho sentito il boato simile a quello provocato da un tornado – racconta Luciano, un operaio che ha assistito alla scena dalle vetrate del negozio dei fratelli Chiari affacciato sulla strada teatro dell’incidente –. Prima abbiamo sentito un fragore fortissimo, ci siamo girati e abbiamo visto una densa nuvola di fumo. Il suv è volato a pochi passi da noi nel parcheggio. Per poco non ci è arrivata dritta nella vetrata. Forse le vetture parcheggiate che hanno fatto da ostacolo, salvandoci la vita. Poteva essere una strage». Tutto è accaduto lungo la via 25 aprile. Un van Traffic condotto dalla vittima ha girato a sinistra per immettersi nel parcheggio, mentre alle sue spalle a velocità sostenuta arrivava una Range Rover. Il fuoristrada ha iniziato la manovra di sorpasso proprio mentre il furgone stava effettuando la manovra di svolta a sinistra. La collisione è stata inevitabile. Per effetto dell’impatto il Traffic si è ribaltato più volte su se stesso prima adagiarsi ai margini del fosso contro guard rail. La Range Rover come un proiettile si è impennata è volata scontrandosi contro un palo della luce. Poi come una carambola in un flipper il suv ha colpito una prima auto, poi un fuoristrada e infine una Porsche per poi finire in un cespuglio. Sul posto sono confluite tre ambulanze e un auto medica e due squadre dei vigili del fuoco di Chiari. I pompieri hanno faticato ad estrarre il corpo senza vita dell’artigiano dalle lamiere. Il 37enne alla guida del Suv e la 47enne che gli viaggiava al fianco, sono stati ricoverati alla Poliambulanza e all’ospedale di Chiari. In serata è scattato l’arresto.•.