CHIUDI
CHIUDI

15.10.2019

Residenze per gli anziani: dai privati quattro idee

Il sindaco Gianpietro Ferrari
Il sindaco Gianpietro Ferrari

A Corte Franca qualcosa di molto concreto si muove verso una prossima realizzazione di una nuova struttura socio assistenziale: sarà una sorta di «mix» polifunzionale tra una casa di riposo «classica» e un plesso residenziale per anziani. ALLA MANIFESTAZIONE di interesse lanciata dal Comune, hanno infatti risposto quattro ditte, un riscontro in coraggiante perchè dimostra che l’interesse c’è e, potenzialmente, ci saranno anche le risorse necessarie. «Nei prossimi giorni - ha annunciato il sindaco di Corte Franca, Gianpietro Ferrari – convocheremo le quattro imprese interessate e le inviteremo a produrre dei progetti, che poi valuteremo. Fra questi ne sceglieremo uno e poi produrre il bando pubblico per realizzare l’opera». L’obiettivo è di giungere nel più breve tempo possibile alla realizzazione in un’area verde comunale di via Miglio, di una Cra, vale a dire un centro residenziale per anziani, che si prevede attrezzato per circa 24 posti letto destinata ad anziani over 65 autosufficiente. Un «mix» tra domicilio privato e casa di riposo, appunto, in modo da consentire agli anziani di rimanere nel proprio paese e di poter vivere in armonia con il proprio tessuto sociale. IL COSTO preventivato perla realizzazione della Cra è corposo: circa un milione di euro, soldi che verrebbero coperti per circa 600 mila euro dal Comune, il resto della somma sarebbe invece a carico dell’impresa privata. «Esiste un accordo con Ats - informa il sindaco - sottoscritto poco dopo il nostro insediamento, che autorizza una comunità residenziale per anziani. Le rette sarebbero minori rispetto ad una Rsa, con conseguenti vantaggi per le famiglie. Naturalmente si procederà con un bando in modo da individuare un ipotetico gestore che realizzi la casa di riposo in cambio dell’ affidamento della struttura per un certo numero di anni».

F.SCO.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1