CHIUDI
CHIUDI

29.06.2019

Paracetamolo e caffeina I 20 chili non sono eroina: arrestati e poi scarcerati

Gli esami di laboratorio hanno scagionato la coppia di albanesi
Gli esami di laboratorio hanno scagionato la coppia di albanesi

Quando martedì intorno alle 17 li hanno fermati a Rovato a bordo della loro automobile pensavano di avere messo le mani su due importanti narcotrafficanti. E soprattutto i carabinieri avevano sperato di essere riusciti a mettere le mani, togliendoli dal mercato bresciano e di una parte delle regioni del Nord Italia, circa 20 chili di eroina. In effetti a prima vista quei pacchetti sembravano contenere la sostanza stupefacente tornata di «gran moda» negli ultimi anni. I DUE OCCUPANTI DELL’AUTO, due albanesi di 49 e 40 anni, entrambi difesi dall'avvocato Carlo Fontana del foro di Milano, ai carabinieri hanno subito cercato di spiegato che dentro quei pacchi non c’era droga, ma solo sostanza da taglio: caffeina e paracetamolo necessari per «allungare» la droga e poterne preparare più dosi. I militari non hanno creduto ai due albanesi, entrambi domiciliati in provincia di Milano e gravati da precedenti specifici in materia di spaccio di droga, e hanno così deciso di arrestarli. GIOVEDÌ però per i due albanesi, entrambi senza documenti validi per restare in Italia, le porte del carcere si sono aperte e sono ritornati liberi. Le analisi specifiche eseguite dai laboratori legali sulla sostanza recuperate nei pacchetti stipati nell’automobile della coppia degli immigrati dell’Est hanno smontato l’ipotesi della pattuglia dei carabineri che aveva eseguito il fermo. Non si trattava di eroina, ma effettivamente di caffeina e paracetamolo. Dopo quasi due giorni di detenzione il 49 enne e il suo socio di nove anni più giovane sono tornati uomini liberi, ma non di restare in Italia. Una volta lasciata la cella i due, come detto clandestini, sono finiti davanti al giudice di Pace per l’udienza di convalida della loro espulsione. Questa volta non gli è andata bene. Per la coppia di albanesi è infatti stato disposto l’allontanamento dall’Italia. Un provvedimento che sarà eseguito nei prossimi giorni. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PA.CI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1