CHIUDI
CHIUDI

07.11.2019

Piove in classe, sciopero al liceo

L’edificio dell’Istituto «Gigli»: la struttura necessita di manutenzioni
L’edificio dell’Istituto «Gigli»: la struttura necessita di manutenzioni

Piove in classe e gli studenti fanno sciopero: liceali sul piede di guerra ieri mattina all'Istituto Gigli di Rovato, dove gli studenti della quinta linguistico hanno manifestato davanti ai cancelli della scuola il disagio che stanno subendo da più di un anno a causa delle cattive condizioni dei locali. Le continue infiltrazioni di acqua durante i temporali, hanno spinto i ragazzi a dire basta. «Un gesto simbolico», dicono gli studenti. L’acqua cade sui banchi e lungo i muri, la classe ogni volta è costretta a continui spostamenti da un locale all’altro, insomma disagi. Dopo il presidio simbolico alle 10 sono rientrati a lezione, dopo essere stati ricevuti dalla dirigenza dell’istituto che ha assicurato che la questione, già segnalata alla Provincia da diverso tempo, sarà risolta in tempi brevi. Nel 2018, a causa della pioggia, c’erano già stati diversi episodi di infiltrazioni all’interno della scuola. I peggioramenti però negli ultimi mesi, hanno messo alle strette i giovani. L’Istituto da parte sua sta facendo il possibile, anch'essa deve sottostare alle decisioni della Provincia, ente preposto ad occuparsi degli interventi di manutenzione straordinaria nella scuola. «La messa in opera è a carico dell’ente gestore - precisa la dirigente dell’Istituto, Monica Franca Gozzini Turelli - l’unico autorizzato a effettuare le manutenzioni». E la Provincia è intervenuta, nella persona del geometra Ubaldo Copeta, assicurando un pronto intervento risolutivo del problema. Il sindaco Tiziano Alessandro Belotti, dal canto suo ha voluto sottolineare come «la riforma Renzi-Del Rio continua a mostrare i suoi effetti devastanti sulle strutture della provincia». •

S.DU.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1