A OSPITALETTO

Rubano l'auto e i soldi all'educatore, minorenni fermati dai carabinieri

Carabinieri in azione, immagine d'archivio
Carabinieri in azione, immagine d'archivio

Tre ragazzi in fuga da una comunità sono stati arrestati a Ospitaletto. Due sedicenni e un altro giovane che ha appena compiuto 18 anni scappavano a bordo di un’auto rubata a un educatore di Manerbio che lavora nella stessa struttura.

Furto aggravato per aver rubato il portafogli all'educatore stesso oltre a resistenza a pubblico ufficiale: i reati contestati. Hanno tentato anche di scappare dai carabinieri che li avevano fermati: nell’auto i militari hanno trovato un coltello sottratto dalle cucine della comunità dove erano ospitati.

La vicenda è scaturita dalla segnalazione dell’allontanamento volontario di un altro minore da una comunità: il ragazzo si trovava ad Ospitaletto. Durante le ricerche, la pattuglia ha intercettato l’autovettura sottratta poco prima. L’auto è stata bloccata dopo un breve inseguimento terminato nei pressi dell’ingresso dell’A4, uscita Ospitaletto.

Durante il controllo, i tre si sono rifiutati di aprire le portiere e il conducente ha rimesso in moto l’auto tentando di ripartire, ma uno dei carabinieri, una volta rotto il finestrino, è riuscito a entrare nell’abitacolo.  

Rito direttissimo questa mattina: al maggiorenne è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari. I due minori, invece, sono stati riaffidati alla comunità d'appartenenza.