CHIUDI
CHIUDI

07.08.2020

Tutti in classe, nessuno escluso E a scuola non si salterà il pasto

Alla scuola media l’orario provvisorio prevede le lezioni distribuite su cinque giorni
Alla scuola media l’orario provvisorio prevede le lezioni distribuite su cinque giorni

Con una lettera indirizzata ai genitori degli studenti e diffusa dal sito dell’Istituto comprensivo, il dirigente Giovanni Barile ha riassunto le decisioni prese dal Consiglio d’Istituto sulla ripresa scolastica: a Cellatica le lezioni saranno in presenza per tutti e le classi resteranno unite. LA SCUOLA dell’infanzia aprirà i battenti lunedì 7 settembre, mentre per elementari e medie la prima campanella suonerà il successivo 14 settembre. Per ogni plesso saranno attivati accessi diversi così da consentire un unico orario di ingresso per tutti, e la sorveglianza sarà garantita sia dai docenti sia dagli assistenti messi a disposizione dal Comune. Questi ultimi assicureranno anche prescuola, mensa e doposcuola. Fino al 2 ottobre all’infanzia l’orario sarà dalle 8 alle 13, con sezioni sdoppiate fino a 11 bambini e con mensa in sezione. Classi intere per la primaria che, fino al 3 ottobre, svolgerà attività didattica da lunedì a sabato dalle 8.30 alle 12.30 senza mensa, mentre dal 5 ottobre l’orario sarà dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30 con un’ora di mensa (questa ospiterà meno della metà degli alunni abituali, mentre l’altra metà consumerà il pasto in classe, dopo adeguata igienizzazione). Per la media, infine, l’orario provvisorio valido fino al 2 ottobre prevede lezioni dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e classi intere. Per tutti, le ore saranno piene, di 60 minuti. Una decisione presa sulla scorta delle risorse disponibili e con la consapevolezza che il Ministero dell’istruzione si è riservato la facoltà di ripensare alcuni aspetti delle linee guida emanate in queste settimane fino a 15 giorni prima della data fissata per l’inizio delle lezioni. Per far fronte alla nuova organizzazione figlia dell’emergenza Covid, il dirigente ha chiesto l’incremento di organico di collaboratori scolastici, docenti dell’infanzia e della primaria oltre che una fornitura di banchi e sedie. «L'organizzazione che abbiamo concepito in collaborazione con la dirigenza dell’Istituto comprensivo è rispettosa delle linee guida emanate dal Ministero - spiega l’assessore alla Pubblica istruzione di Cellatica Luisa Castellazzo - ma anche della legittima vocazione a una ripresa delle attività, così come di tutte le relazioni e le esperienze arricchenti e necessarie che la vita in una comunità scolastica garantisce». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Leombruno
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1