CHIUDI
CHIUDI

16.07.2020 Tags: Edolo

Al Meneghini maturità di eccellenza Pioggia di 100 impreziositi da tre lodi

Un centinaio gli studenti diplomati al «Meneghini» di Edolo
Un centinaio gli studenti diplomati al «Meneghini» di Edolo

Il Meneghini di Edolo si conferma tra le migliori realtà scolastiche della provincia. La prova arriva direttamente dai risultati dell’esame di maturità: 15 studenti (106 complessivamente i candidati) hanno ottenuto una valutazione pari a 100 e tre, le punte di diamante dell’istituto, cento e lode. «I nostri ragazzi non hanno solo studiato ma sono stati anche propositivi nell’arco dei cinque anni - afferma orgogliosa la preside Raffaella Zanardini - Finalmente quest’anno il lavoro capillare di ogni giorno è stato premiato e valorizzato da presidenti esterni che hanno considerato questi ragazzi veramente preparati». «Dopo tanti sacrifici, oggi sono veramente soddisfatto - afferma Matteo Fanetti - . Il quinto è stato un anno davvero particolare, difficile per tutti noi. Siamo riusciti a chiuderlo nel migliore dei modi con la didattica a distanza, che certo non può sostituire il contatto umano, ma che ha dato i suoi frutti grazie all’impegno di tutti, professori e studenti». «Ovviamente anch’io come Matteo sono contento dei risultati ottenuti - aggiunge Stefano Chiapparini - per di più in queste circostanze particolari con l’incubo Covid. Ci siamo dovuti confrontare con l’insegnamento a distanza, questo nuovo modo di studiare, e siamo soddisfatti seppur consapevoli che per il futuro la scuola dovrà integrare queste nuove potenzialità alla didattica tradizionale». Paolo Gulberi è un diplomato del liceo sportivo che ambisce a fare il medico. «Un ottimo risultato che ha coronato i cinque anni di studio in questo plesso - dice il giovane edolese - adesso cercherò di superare i test per conquistare un posto per Medicina; speriamo vada bene come è andata finora». Archiviata (per ora) la didattica a distanza e i lusinghieri risultati della maturità, ora il Meneghini si dovrà preparare al nuovo anno scolastico con tutte le misure di sicurezza previste dai protocolli ministeriali anti Covid. «Sicuramente si prospetta un periodo difficile - afferma la professoressa Zanardini - In queste settimane siamo alle prese con le misurazioni delle classi per vedere quanti alunni vi potranno rimanere in uno spazio di sicurezza, che è la cosa più importante. Naturalmente tutti speriamo che la situazione migliori – conclude la preside – e presto di poter tornare alla normalità». •

L.FEB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1