Badanti, regole e dubbi Ora c’è uno sportello

Un servizio di consulenza e assistenza per le badanti
Un servizio di consulenza e assistenza per le badanti

Definirla centrale in una società come la nostra che non solo è invecchiata, ma non può o non vuole farsi carico di alcun «peso» assistenziale non è eccessivo. È la figura della badante, così importante ormai nell’assistenza agli anziani che alle donne dell’Est, notoriamente le più numerose, si sono aggiunte sempre più anche collaboratrici italiane. La necessità dell’iscrizione di questa persone al Registro territoriale delle assistenti familiari ha spinto l’Azienda territoriale per i Servizi alla persona di Valle Camonica ad attivare un riferimento mirato su di loro in un giorno fisso della settimana. Così, come spiega il presidente dell’Atsp Ilario Sabbadini (che è anche assessore alle Politiche sociali e all’Innovazione tecnologica della Comunità montana), «da martedì 2 febbraio e ogni martedì successivo, coloro che hanno bisogno di informazioni e di una consulenza sulla presentazione della domanda di iscrizione al registro, nel rispetto delle norme anti contagio potranno, previo appuntamento, incontrare l’operatrice sociale». Nadia Cominotti sarà disponibile nei giorni indicati dalle 9 alle 13 (il numero telefonico per il contatto è 335 5450705 e l’e-mail nadia.cominotti@atspvallecamonica.it). IL SERVIZIO è mirato a supportare le persone che intendono prestare la loro opera come badanti, e in particolare, l’operatrice potrà fornire informazioni proprio sull’iscrizione al Registro e sui corsi regionali di formazione per questa figura professionale. La consulenza di questo sportello dell’Atsp si estende poi all’assistenza per l’individuazione della persona o della famiglia che necessita del servizio. E ancora la funzionaria potrà fornire informazioni sui soggetti competenti per l’aiuto nel disbrigo delle pratiche per l’assunzione o la regolarizzazione contrattuale: i chiarimenti sul contratto di lavoro domestico, sul rilascio del preventivo di spesa, sulla preparazione delle pratiche di assunzione e sugli elementi di prevenzione attiva per la tutela della salute, del lavoratore e dell’assistito, e la gestione fiscale del rapporto lavorativo. •

L.RAN.