CHIUDI
CHIUDI

20.04.2019

Benzoni storico e scrittore Ecco la Funsciù letteraria

L’attesissima «Funsciù», le feste Decennali della Madonna del Monte di Gianico, è ormai alle porte, e con qualche settimana d’anticipo sull’evento, in occasione della Pasqua, la parrocchia, in accordo col Comune che l’ha sostenuta, distribuirà a tutte le famiglie il libro «La chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo in Gianico»: un’opera bibliografica del nostro storico corrispondente Domenico Benzoni. La pubblicazione è stata commissionata a Domenico dal parroco don Fausto Gregori: non ha faticato facendo appello alla sua passione per la ricerca storica e per le tradizioni di Gianico (già manifestate in precedenti lavori) e sulla sua propensione giornalistica. Ne è nata una pubblicazione agile e di facile lettura, di poco più di 120 pagine e con un ottimo impatto grafico che di deve alla professionalità della famiglia di stampatori Pellegrinelli, titolari della Litos. In 15 capitoli, dalle «Origini» ai «Parroci rettori», passando per il «Patronato di San Michele Arcangelo», per «La facciata», «Gli affreschi» e «La sacristia», l’autore ha fatto la storia della parrocchiale settecentesca, attento a mettere in risalto tutto il patrimonio artistico e religioso in essa conservato. Domenico ha ritenuto di riservare uno spazio anche al profilo del pittore esinese Antonio Guadagnini, che in San Michele ha lasciato l’affresco della cupola raffigurante la Vittoria di San Michele Arcangelo (patrono del paese) sugli angeli ribelli e l’olio su tela della pala dell’altare maggiore che riprende la Madonna col Bambino come appare ai santi Michele arcangelo, Rocco, Antonio da Padova e Stefano. E c’è anche un capitolo arricchito da immegini d’epoca che racconta la parrocchiale e l’alluvione del 1960. «Considero la chiesa parrocchiale come la fontana del villaggio che dispensa l’acqua della fede alle generazioni che si susseguono - scrive nella presentazione del libro don Fausto -. Chi entra nella chiesa dove ha ricevuto i sacramenti, prova un sentimento di gratitudine verso di essa». •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1