CHIUDI
CHIUDI

25.06.2019

L’estate dell’Altopiano Un cartellone unitario di suggestioni e sport

Una istantanea di repertorio dell’estate bornese
Una istantanea di repertorio dell’estate bornese

Cosa succederà quest’estate sull’Altopiano del Sole? Se lo chiedono in tanti, e la risposta che arriva è univoca, rappresentata da un calendario eventi che racchiude le proposte di Borno, Ossimo, Lozio, Malegno e anche Angolo Terme. Se qualcosa è già avvenuto, è con il mese di luglio che l’estate entra nel vivo, tra proposte consolidate e qualche novità. A Borno tornano la «Vallecamonica BikEnjoy», la gara di mtb che quest’anno ha registrato il sold out (si disputerà il 7 luglio), naturalmente il Palio di San Martino (dal 12 al 14) e la cronoscalata Malegno-Borno il terzo weekend del mese. Ad agosto restano un classico la festa del bambino il primo e la serata spagnola il 3 (nel parco Adventureland); i concerti d’estate e gli aperitivi letterari del circolo culturale La Gazza. Ma anche la fiaccolata di San Fermo l’8 e le favole a merenda il 9, Bornoir il 10 e Naturando l’11. Tornano anche lo schiuma party e il Ferragosto bornese, la festa dell’oratorio e il torneo di burraco, la San Fermo Trail il 18 (preceduta dalla Family run il 17), e poi gli incontri dedicati all’orto, alla natura e alla cultura. Spazio allo yoga a villa Guidetti e in quota sul Monte Altissimo (all’alba da ammirare dalla stessa cima), mentre agosto sarà caratterizzato da almeno un appuntamento al giorno. Tra le novità il 6 la pedalata fino al monte Altissimo con le e-bike, istruttori e pranzo al rifugio, «Chocomoments», la fiera del cioccolato dal 13 al 15, e «L’arte nell’orto» il 19, una dimostrazione di intaglio di frutta con un artista del settore. Da segnalare anche il grande evento in quota, sui ruderi del rifugio Coppellotti, «Qui passò la storia». Succederà il 28 luglio con banda e coro, e sarà una rievocazione storica senza precedenti. Hanno contribuito le associazioni, su tutte la Pro loco, le attività del paese e i gruppi perché l’estate a Borno sia ricca e indimenticabile». PIÙ SNELLI i cartelloni degli altri paesi, nei quali spaziano eventi che soddisferanno i gusti degli amanti della natura, della storia, della musica, delle tradizioni e della buona cucina. In chiusura anche un piccolo anticipo d’autunno con i classici che trovano conferma. «La volontà - dice Betty Cominotti, vicesindaco di Borno - è dare continuità al turista che ci sceglie anche in base alle proposte».

C.VEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1