CHIUDI
CHIUDI

02.12.2019

Breno, salire in castello è un’impresa franosa

Per adesso la beffa non c’è stata, ma il danno (e il pericolo) sì. Succede a Breno, dove quella dei cantieri pubblici lanciati in orbita dalla vecchia giunta Farisoglio si sta trasformando in una telenovela con tanto di colpi di scena. Ma non è una fiction. Del resto è difficile immaginare di intervenire su un territorio insieme molto antico e fragile senza incontrare sorprese. Ecco perché l’autosilo sotterraneo di una piazza storica è stato fermato per mesi dal continuo emergere di reperti archeologici; ed ecco perché qualcuno «paga» i sogni dell’ex sindaco, oggi presidente della Comunità momtana, ritrovandosi una frana quasi in casa, incrociando le dita ogni volta che piove. Per adesso, infatti, l’ascensore per il castello sta solo causando cadute di fango verso il basso, e mentre i detriti travolgono muri antichi e preziosi, l’orbita delle grandi opere sembra ridursi a un atterraggio d’emergenza.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1