CHIUDI
CHIUDI

27.05.2019

La magia dell’amore con l’Istituto Pro Familia

Un intenso momento di poesia, dedicato al ruolo della sposa e all’amore coniugale, ha rilanciato il messaggio dell’Istituto Pro Familia, fondato da Don Giovanni Zuaboni e attivo a Breno dal 1957, che si occupa di formazione permanente per le coppie, di scuole di vita famigliare e della predisposizione di itinerari di formazione per i fidanzati. Questa realtà davvero radicata sul territorio si è presentata con un pomeriggio di poesia intitolato «Se poi venni a bussare alla tua porta», seguendo come filo conduttore il tema «l’amore sponsale e il volersi bene è possibile in ogni stagione della vita». L’iniziativa di Pro Familia è stata proposta attraverso i versi dello scomparso pedagogista Gilberto Gillini, che fu anche storico collaboratore di «Famiglia Cristiana», e i commenti di sua moglie Mariateresa Zattoni, anche lei pedagogista, consulente e formatore familiare, che per otto anni con il marito ha avuto la responsabilità del Consultorio familiare «Tovini» di Breno. Nella chiesa di San Maurizio sul tema il noto attore bresciano Luciano Bertoli ha dato vita ad una serie di letture accompagnato all’organo da Luca Faccanoni, al corno da Arianna Casarotti e al violino da Silvia Bontempi. •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1