CHIUDI
CHIUDI

24.09.2019

Lavarini sotto i ferri La mini intercomunale cambia aspetto a rate

Lavori in corso sulla strada in località Lavarini
Lavori in corso sulla strada in località Lavarini

Lavarini è il nome di una località a nord di Breno: un agglomerato di poche case sparse servito da una strada angusta e in progressiva salita che scorre parallela allo stabilimento Tassara, e che con una breve successiva discesa collega quello brenese con il territorio di Niardo. Si tratta di una carreggiata stretta che non consente l’incrocio fra due mezzi, e che per questo aveva evidentemente bisogno di un intervento di messa in sicurezza: dopotutto è inserita nel reticolo di quelle intercomunali della Valcamonica. NEGLI ANNI scorsi l’amministrazione comunale guidata dall’allora sindaco Sandro Farisoglio aveva provveduto a manutenzioni ordinarie e straordinarie ai Lavarini, rinforzando i muri di sostegno a valle dell’arteria, posando tratti di guard rail in punti particolarmente pericolosi, asfaltando la carreggiata e realizzando anche una piazzola fondamentale per consentire le necessarie manovre nel caso del transito contemporaneo di due mezzi negli opposti sensi di marcia. E ADESSO si sta registrando una nuova puntata nella storia delle migliorie viabilistiche. Grazie al contributo economico della Comunità montana e della Provincia e alla disponibilità di fondi propri, l’amministrazione comunale del nuovo sindaco Alessandro Panteghini sta investendo per ora circa 50 mila euro in ulteriori interventi di messa in sicurezza di questo collegamento di mezza costa. Che è comunque strategico, perché pur considerando la ristrettezza della carreggiata potrebbe sostituire la sottostante via Leonardo da Vinci in caso di un sempre possibile blocco del traffico. Nelle intenzioni della giunta brenese, ai lavori attuali (la cui conclusione è prevista nei prossimi giorni), ne seguiranno altri annualità per annualità; sempre per consentire un transito meno difficoltoso agli automobilisti e ai trasportatori che devono raggiungere i Lavarini e poi proseguire con maggiore spazio direttamente verso Niardo senza dover imboccare la sempre intasata ex statale 42 di fondovalle.

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1