CHIUDI
CHIUDI

07.05.2019

Niardo e Breno si inchinano alla storia

La consegna del Premio Sant’Obizio all’alpinista e sciatore Lino ZaniLa consegna per la prima volta del Premio Minerva a Ugo Calzoni
La consegna del Premio Sant’Obizio all’alpinista e sciatore Lino ZaniLa consegna per la prima volta del Premio Minerva a Ugo Calzoni

Un riconoscimento che è un appuntamento fisso e una benemerenza che rappresenta invece una novità assoluta. A Niardo e Breno, dopo che nei giorni scorsi erano stati annunciati i vincitori, sono stati consegnati il Premio Sant’Obizio e il Premio Minerva. A NIARDO. Quando ha preso la parola per i ringraziamenti, Lino Zani si è commosso fino alle lacrime. E il suo pensiero è andato subito a un altro momento toccante, quello vissuto nel 1984 quando conobbe Papa Giovanni Paolo II che condusse sulle piste e sui sentieri dell’Adamello. A lui, alpinista e scalatore, maestro di sci, scrittore e produttore televisivo, la commissione del Premio Sant’Obizio Valle Camonica ha deliberato di assegnare il riconoscimento. La cerimonia di consegna nella sede delle Guardie d’Onore di Sant’Obizio: i corazzieri guidati da Riccardo Morosini hanno fatto ala a Lino Zani e ai suoi amici d’alta quota Valerio Zani, Armando Poli, Gino Baccanelli e Franco Capitanio, a Roberta Calzoni che l’ha nominato, al parroco don Fabio Mottinelli, all’assessore Simona Ferrarini e all’onorevole Giuseppe Donina. È infine toccato al sindaco Franco Sacristani consegnare la scultura raffigurante il santo guerriero a Zani, al quale è andata anche la cittadinanza onoraria. A BRENO. Ugo Calzoni nel corso di una lunga carriera ha ricevuto premi e riconoscimenti anche a livello internazionale, e a sua volta ha ideato quasi 40 anni fa, da sindaco di Niardo, il Premio Sant’Obizio. L’ultimo riconoscimento in ordine di tempo è arrivato qualche giorno fa, con il sindaco di Breno Sandro Farisoglio che gli ha consegnato il Premio Minerva, di recente istituzione e che verrà assegnato ogni cinque anni, per aver «speso le proprie competenze e il proprio tempo per la crescita culturale della cittadinanza». Il riferimento indiretto è in particolare alle mostre «La dama svelata» e «Montiglio Taglierini», organizzate da Calzoni. •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1