CHIUDI
CHIUDI

15.08.2019

Da Edolo fino a Ponte di Legno prese d’assalto le aree pic nic

Il nuovo parco appena inaugurato a Pezzo di Ponte di Legno
Il nuovo parco appena inaugurato a Pezzo di Ponte di Legno

Un Ferragosto nel segno del pienone in alta Valcamonica. Alberghi, residence e seconde case da qualche giorno registrano il tutto esaurito. Così come la maggior parte dei ristoranti che hanno tutti i tavoli prenotati per questa giornata di festa. A CONFERMARE che sarà una giornata memorabile per numero di presenze, i serpentoni di veicoli che da giorni risalgono la valle e che al solito hanno creato non pochi ingorghi a Edolo, Vezza e Temù. Come vuole la tradizione, quando le condizioni meteo sono ottimali, oggi le numerose aree pic nic della zona saranno prese d’assalto da centinaia di persone, per l’immancabile grigliata all’aria aperta in compagnia di familiari ed amici. Probabilmente come accaduto diverse volte in passato qualcuno dormirà addirittura in tenda per assicurarsi un tavolo e un fuoco. Molti altri invece, sempre con lo stesso scopo, avranno puntato la sveglia all’alba. Tra le mete più gettonate per le scampagnate sicuramente ci saranno la Val Grande di Vezza d’Oglio, che offre la possibilità di ammirare cervi, caprioli e camosci, lo splendido laghetto dell’Aviolo (appartiene a Edolo, ma il sentiero più frequentato dagli escursionisti sale dalla Val Paghera di Vezza), il Mortirolo e i suoi rinomati ristoranti tipici, la Valle di Canè e, a Ponte di Legno, la Val Sozzine, la Valle delle Messi e l’antico villaggio di Case di Viso, queste ultime località da un paio di anni attrezzate con giochi d’acqua, sculture, e tavoli in notevole numero. L’ultimo parco attrezzato della serie nella capitale turistica dell’alta Valle (altri sono in dirittura d’arrivo), è stato completato a Pezzo, vicino agli impianti sportivi all’ingresso del paesino, solo all’inizio della settimana e nel tardo pomeriggio di ieri c’è stato il taglio del nastro. LA NUOVA OPERA pubblica che arricchisce l’offerta turistica della frazione è stata sponsorizzato dalla Sit, la società degli impianti, delle centraline idroelettriche e del costruendo centro termale. Il parco è diviso in tre parti: nella zona più a ovest c’è l’area pic nic, al centro i giochi per i bambini, mentre all’estremità più vicina alle case è collocato il solarium, con le sdraio per prendere il sole e le grandi tinozze di legno con acqua calda. Per tutta l’estate l’ingresso è libero a tutti, mentre l’amministrazione comunale sta valutando come gestirlo d’inverno, quando ci sarà la suggestiva possibilità di immergersi in una tinozza circondati dalla neve e ammirando le vette circostanti. •

Lino Febbrari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1