CHIUDI
CHIUDI

21.01.2020

Al lavoro per l’ex Banzato La bonifica resta lontana per l’assenza di referenti

Le soluzioni ancora non ci sono, ma almeno non manca l’informazione sull’area più degradata di Darfo: tenendo fede all’impegno preso con i cittadini, l’amministrazione comunale è tornata a fare il punto sulla ex Banzato di Corna. Venerdì sera si è tenuto l’incontro di aggiornamento del gruppo di lavoro creato ad hoc, che vede insieme attorno al tavolo maggioranza e minoranza. «L’AVVOCATO incaricato di seguire la vicenda da parte del Comune - è stato spiegato-, ha descritto la situazione del procedimento legale, evidenziando come nel tempo siano state vagliate e messe in atto tutte le azioni legali percorribili; compreso il recupero dei crediti tributari attualmente in atto. Ma la continua assenza di dialogo da parte dell’attuale proprietà rende la vicenda ancora più di difficile risoluzione». Intanto la Provincia ha avviato un’analisi che avrà il compito di identificare il responsabile dell’inquinamento per chiarire di chi sia il costo della bonifica, che ancora non è stato precisamente stimato (ma sarà salato), e anche il Comune è in attesa. «Una volta individuate tutte le responsabilità del caso, il Comune - si legge ancora nel report - potrà procedere a livello istituzionale per reperire eventuali fondi regionali previsti per le aree da bonificare, e valutare che tipo di progetto proporre per i circa 50 mila metri quadri dell’ex Banzato». Se la proprietà continuerà a dimostrarsi sorda rispetto alle richieste dell’amministrazione si proseguirà con le azioni legali praticabili, ma contemporaneamente si allungheranno ulteriormente i tempi di risoluzione del problema. Anche se l’area, così come previsto dalla legge regionale 18 potrà rientrare nell’elenco delle zone che necessitano di rigenerazione urbana e territoriale. Intanto l’ente locale continuerà a confrontarsi anche con la minoranza.

C.VEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1