CHIUDI
CHIUDI

08.09.2019

Pesca sportiva, Darfo archivia una stagione da incorniciare

Foto di gruppo per i pescatori sportivi dell’associazione darfense
Foto di gruppo per i pescatori sportivi dell’associazione darfense

La stagione agonistica della Società pescatori sportivi di Darfo si è conclusa all’insegna dei grandi numeri, e con la prevedibile grande soddisfazione del presidente Riccardo Lorenzetti e dei suoi collaboratori. Merito soprattutto degli agonisti del settore pesca alla trota in torrente, i quali hanno ottenuto successi e piazzamenti di valore a livello provinciale nelle classifiche individuali e per società: Paolo Bianchi ha vinto nella categoria prima serie seniores, Marco Damiolini si è imposto nella terza serie seniores e la migliore delle due squadre della Sps ha concluso l’avventura al quinto posto. ALTRI buoni risultati sono venuti dal campionato nazionale elite per società, con il quartetto composto da Daniele Castelnovi, Paolo Bianchi, Dario Ontani e Bortolo Gasparini che ad Avellino ha conquistato la tredicesima piazza assoluta nella graduatoria societaria. A livello individuale, invece, Paolo Bianchi e Domenico Copoli si sono ben comportati nelle due prove della «selettiva» svoltasi a Belluno, per poi chiudere rispettivamente al decimo e al ventesimo posto assoluto che hanno fruttato loro l’accesso al club azzurro, acquisendo il diritto di disputarsi la prossima stagione l’accesso alla squadra nazionale. Logica la soddisfazione espressa dal portavoce del gruppo garisti Bortolo Gasparini: «Come responsabile non posso che essere felice, al di là dei prestigiosi risultati ottenuti, anche dei piazzamenti degli altri agonisti, e sono poi estremamente orgoglioso per l’amicizia, il rispetto e la correttezza che si respirano tra di noi». GASPARINI ringrazia poi il presidente Lorenzetti e ricorda Giovanni Verga, figura di spicco della pesca sportiva valligiana, con il quale il gruppo coordinato da Bortolo Gasparini aveva iniziato a collaborare tre anni fa. La stagione agonistica della Sps Darfo si è conclusa con la festa sociale, iniziata con una prevedibile pescata in compagnia e proseguita con il pranzo nel birrificio «La Martina», al quale sono stati invitati anche gli sponsor e soprattutto le mogli e le fidanzate degli agonisti che durante l’anno supportano ma soprattutto sopportano i loro umori durante e dopo le gare. •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1