CHIUDI
CHIUDI

13.04.2019

Rassegna zootecnica Due giorni di passerella per una valle eccellente

Un’immagine di repertorio della fiera zootecnica di Darfo
Un’immagine di repertorio della fiera zootecnica di Darfo

Tre eventi in uno con al centro agricoltura e zootecnia del territorio: oggi e domani Darfo Boario accoglierà la 19esima edizione della Rassegna zootecnica, il 13esimo Equiraduno e la terza Fiera camuna. Il taglio del nastro questa mattina alle 9, per un cartellone che prevede espositori di prodotti tipici locali, di bovini, ovini, caprini ed equini dei migliori allevamenti della valle; dimostrazioni di tosatura e ferratura dei cavalli, la mostra zonale della razza bruna e concorsi, per le pecore e le capre bionde dell’Adamello. La zona del Centro congressi cambierà volto e darà spazio a chi lavora mantenendo vive le tradizioni e conservando il territorio. Circa 40 le aziende in vetrina in una esposizione tra le più attese del settore e certamente la più apprezzata in valle: «La presenza così massiccia di imprese e bestiame ci riempie di soddisfazione e ripaga degli sforzi organizzativi - commenta il presidente dell’Associazione darfense agricoltori Domenico Foppoli -. Doveroso il ringraziamento al Comune, agli sponsor e agli espositori che continuano a credere in questa manifestazione e, soprattutto, a tutti i volontari per il loro prezioso contributo». «Questa manifestazione persegue un grande obiettivo - aggiunge il sindaco Ezio Mondini -: quello di portare all’attenzione di tutti un mondo contadino fatto di impegno, passione e lavoro, ma anche di formazione. Un’evoluzione nella professione di agricoltore che ai più è sconosciuta per tecniche di produzione, criteri di qualità e genuinità. Non è sufficiente, infatti, essere nati in una terra di montagna per conoscerla». DARANNO il loro contributo i concorsi, con 90 bovini e un centinaio di ovicaprini, la dimostrazione delle nuove tecniche di allevamento e la possibilità per il pubblico di entrare in contatto con operatori e animali. «L’esposizione degli animali - conclude Attilio Cristini, assessore all’Agricoltura - è un’occasione per promuovere la qualità delle produzioni delle nostre malghe». L’ingresso è gratuito e i visitatori potranno acquistare i prodotti del territorio, dialogare con chi li produce e conoscere da vicino le realtà che sopravvivono a tecnologia e modernità. Anche domani dalle 9 alle 17.

C.VEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1