CHIUDI
CHIUDI

26.06.2019

Start up ecologiche, l’Olivelli fa scuola

I ragazzi della start up dell’Olivelli Putelli con le loro saponette
I ragazzi della start up dell’Olivelli Putelli con le loro saponette

Studenti è imprenditori? Un futuro, anzi un presente possibile. La dimostrazione arriva dall’Istituto superiore «Olivelli Putelli» di Darfo, in cui accanto al classico stage aziendale è nato un percorso di autoimprenditorialità ecosostenibile da cui è nata l’azienda «Il genio del sapone», una start up che partendo dagli oli esausti e unendo soci, capitale sociale e uffici in regola per stare nel settore, si è messa a creare saponette. «Guidati da alcuni tutor i ragazzi guidati da alcuni esperti prendono confidenza con alcuni aspetti come ecosostenibilità, economia circolare, start up, benefit corporation e creano un’azienda a tutti gli effetti - spiega la docente tutor Chiara Ramazzini -, seguendone il processo fino alla vendita e realizzando un piccolo budget consuntivo». Il saponificio scolastico ha colto i problemi del territorio e ne ha fatto un business creando, vendendo e anche sensibilizzando. «L’idea è nata da un brainstormig generale sui problemi del nostro territorio e l’abbiamo sviluppata - racconta Silvia Serioli, studente Ceo della start up -. È stato impegnativo ma gratificante e ha contribuito all’unione del gruppo classe». C’è anche un video promozionale, che racconta di una nonna che dopo aver fatto le patatine fritte alla nipote butta l’olio nel lavandino e che è frutto degli uffici marketing e comunicazione. «E se la nonna lo avesse dato a noi l’olio?» si sono chiesti i neo imprenditori prima di buttarsi sul web e cercare la ricetta che facesse al caso loro. Poi hanno trovato soci tra genitori, parenti e amici che hanno creduto in un progetto che una volta esaurito redistribuirà gli utili, se ci saranno, prima di entrare in liquidazione. «È un piccolo contributo che i ragazzi hanno dato alla sostenibilità ambientale; un modo di approcciare l’imprenditorialità in modo diverso, contemporaneo, moderno, perché oggi i problemi ambientali vanno affrontati da tutti. Loro sono gli imprenditori del futuro ed è quindi utile che inizino ad affrontare già da ora i temi sul tavolo». •

C.VEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1