CHIUDI
CHIUDI

21.04.2019

Vigili del fuoco in festa Il nuovo mezzo operativo si merita una passerella

Il nuovo snorkel durante un’azione dimostrativa
Il nuovo snorkel durante un’azione dimostrativa

È una primavera piena di soddisfazioni per i vigili del fuoco di Edolo e per i loro numerosi sostenitori: l’ennesimo obbiettivo è stato raggiunto. Dopo una serie infinita di peripezie burocratiche, ieri, al termine della breve cerimonia ospitata dalla passerella antistante il municipio è diventato ufficialmente operativo il nuovo mezzo speciale di cui si è dotato il distaccamento di volontari. I 40 mila euro necessari per l’acquisto sono stati suddivisi tra le Unioni dei Comuni delle Alpi Orobie Bresciane (Edolo, Corteno, Sonico, Malonno e Paisco Loveno) e della Valsaviore (Cedegolo, Sellero, Berzo Demo, Cevo e Saviore), che hanno stanziato 15 mila euro ciascuna, e la Comunità montana di Vallecamonica, che ci ha messo i diecimila mancanti per saldare la fattura. Lo «snorkel» arriva dal distaccamento di Rovereto: essendo stato utilizzato per poche decine di ore dai colleghi trentini è in ottime condizioni, come se fosse appena uscito dalla fabbrica. Ha una portata massima di 200 chili (due operatori), il cestello può arrivare a un’altezza di venti metri (sei piani circa), ruotare a 360° e lo sbraccio massimo per lavorare in sicurezza è di circa 13 metri. La caratteristica più interessante che ha fatto cadere la scelta su questo veicolo è che può operare anche in negativo: ossia può calare per cinque/sei metri il personale in una scarpata o recuperare una barella con un infortunato da una posizione critica, operazione che con le tradizionali attrezzature (funi e carrucole) per essere portata a termine richiede sempre grandi sforzi e capacità tecniche. ESPLETATE tutte le formalità richieste dal ministero dell’Interno, qualche settimana fa il mezzo è stato preso in carico dal Comando di Brescia e assegnato al nucleo edolese, che ha competenza su una vasta porzione di territorio dell’alta valle, arricchendo il parco mezzi composto da un’autopompa serbatoio (Aps), un’autobotte da 4000 litri e due fuoristrada, uno dei quali attrezzato per la lotta agli incendi boschivi. L’ingombro ridotto dello snorkel permetterà soprattutto di effettuare interventi nelle anguste viuzze dei centri storici.

L.FEBB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1