CHIUDI
CHIUDI

21.09.2020

Il genio di Leonardo illumina Boario Fiere

Una suggestiva scenografia dell’esposizione allestita a Darfo Boario
Una suggestiva scenografia dell’esposizione allestita a Darfo Boario

Immergersi nel magico mondo di Leonardo da Vinci attraverso un percorso multisensoriale per scoprire la vita e i segreti del genio del Rinascimento. La mostra «Leonardo 3D» - la cui apertura è stata prorogata di due settimane, fino al 2 novembre a Boario Fiere - attraverso grandiose proiezioni e l’utilizzo di ologrammi e della realtà aumentata, permette al visitatore di trovasi faccia a faccia con l’artista fiorentino. L’ESPOSIZIONE - che ripropone fedelmente quella presentata un anno fa alla Fabbrica del Vapore di Milano - ha in serbo ancora molte novità. A partire dalla serata speciale di mercoledì 23, che permetterà non solo di visitare la mostra, ma anche di assistere alla conferenza di due importanti studiosi ed infine di cenare nelle sale espositive. Si comincia alle 19 con Sandro Albini, uno dei maggiori studiosi italiani di Leonardo, che nell’occasione presenterà il suo libro «San Sebastiano, un disegno di Leonardo», e con Federico Troletti, storico dell’arte e direttore del Museo CaMus. Seguirà l’aperitivo nella Sala dei dipinti, mentre la cena verrà servita nella sala Emozionale delle proiezioni multimediali. La partecipazione alla «Cena con Leonardo» - organizzata da Aglio e Oglio in collaborazione con PromAzioni360 - costa 60 euro a persona, bevande incluse, e prevede anche la visita guidata alla mostra con spazio dedicato alla realtà virtuale. Per prenotare bisogna chiamare il numero 335 8148122 o inviare una mail a info@aglioeoglio.it. In accordo con l’Associazione Architetti Camuni, inoltre, la partecipazione alla cena e la visita alla mostra, anche in giornate diverse, consente di ottenere un credito formativo. Nel frattempo il successo di «Leonardo 3D» ha varcato i confini camuni: nei giorni scorsi il celebre giornalista e conduttore televisivo Alberto Angela ha fatto recapitare alcune copie autografate del suo libro «Gli occhi della Gioconda», che verranno estratti a sorte tra i visitatori. Le altre novità riguardano gli orari. Con l’apertura delle scuole, i gruppi hanno monopolizzato gli ingressi del mattino, rendendo necessario estendere l’apertura nei giorni feriali fino alle 19 per permettere agli altri visitatori di ammirare l’esposizione con più calma al pomeriggio, con le migliori garanzie anche sotto il profilo del distanziamento. Infine è stato siglato un accordo con Trenord: per raggiungere Darfo con il treno - la stazione di Boario si trova proprio di fronte al centro espositivo - ci sono biglietti speciali di andata e ritorno a 20 euro per gli adulti e 15 per i ragazzi, utilizzabili da qualsiasi stazione Trenord della Lombardia. •

C.REB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1