CHIUDI
CHIUDI

03.08.2020

Il maltempo
resta ancora
in agguato Val di Viso in trincea

Continua il lavoro incessante dei residenti delle case danneggiateSono state scavate delle vasche per contenere potenziali colate di detriti e rinforzate le sponde Si continua a scavare  nel fango e contro il tempo nella Val di Viso dove si teme un’altra bomba d’acqua
Continua il lavoro incessante dei residenti delle case danneggiateSono state scavate delle vasche per contenere potenziali colate di detriti e rinforzate le sponde Si continua a scavare nel fango e contro il tempo nella Val di Viso dove si teme un’altra bomba d’acqua

Con gli occhi rivolti costantemente al cielo, a scrutare le cime nascoste dalle nuvole, nel cuore il timore che da un momento all’altro si scatenasse un altro acquazzone che andasse a cancellare di nuovo (come successo sabato sera) il duro lavoro fatto per ripulire i locali invasi dalla fanghiglia e per liberare l’alveo del torrente dal materiale strappato dagli argini e trascinato a valle dalle due colate detritiche che si sono succedute nell’arco di 48 ore. È trascorsa così la domenica per decine di persone impegnate tra il Ponte dei Buoi e la Val di Viso per porre rimedio ai danni provocati dalla furia degli elementi naturali. Sulla provinciale che sale al passo che separa la Valcamonica dalla Valtellina, alla confluenza dell’Arcanello col Frigidolfo (torrente che corre nella valle delle Messi), poco dopo mezzogiorno la benna di un escavatore è riuscita a togliere l’intreccio di tronchi e massi che ostruiva il ponte a poche decine di metri dal bivio per Precasaglio. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Lino Febbrari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1