CHIUDI
CHIUDI

15.02.2020 Tags: Pisogne

L’Aido dai grandi numeri festeggia i primi 40 anni e rinnova i propri vertici

Uno scorcio di Pisogne
Uno scorcio di Pisogne

Il 2020 sarà un anno importante per l’Aido di Pisogne: quello del quarantesimo di attività della sezione camuna dell’Associazione italiana donatori organi. In attesa della grande festa di compleanno, calendarizzata per il prossimo 18 ottobre, ci sono altri passaggi obbligati da affrontare. Oggi per esempio, in occasione della 25esima edizione della Giornata provinciale del donatore, il gruppo comunale rinnoverà i propri vertici. È infatti fissata l’assemblea elettiva, che vedrà l’elezione del nuovo presidente e del consiglio direttivo. DAL 2016 a coordinare il sodalizio dei generosi è Italo Silini, che a sua volta aveva raccolto il testimone da Girolamo Serioli. «Sono stati anni intensi - commenta il presidente uscente - che spero si possano ripetere. Abbiamo puntato molto sul lavoro di sensibilizzazione alla donazione, entrando nelle scuole del territorio a portare le testimonianze dei trapiantati, e coinvolgendo in generale molti giovani». Un lavoro testimoniato dai (grandi) numeri: a Pisogne sono ben 1.348 i potenziali donatori di organi; 559 sono iscritti all’Aido locale, i restanti hanno aderito all’iniziativa «Una scelta in Comune», facendo registrare agli uffici municipali la propria volontà all’espianto in caso di decesso prematuro. «A Pisogne siamo fortunati - continua Silini - poichè un cittadino su 7 appoggia la causa. È una media straordinaria, di gran lunga superiore a quella nazionale. Siamo davvero soddisfatti, perchè significa che abbiamo lavorato bene anche nel campo della comunicazione». Non è raro infatti, vedere il gazebo del gruppo a feste e manifestazioni sul territorio comunale: i volontari distribuiscono volantini, parlano agli interessati e soddisfano le richieste dei curiosi. Tutto per avvicinare i cittadini all’associazione. «ABBIAMO ANCHE avviato una bella collaborazione con le altre associazioni - chiude il presidente - e partecipiamo a tante iniziative sociali, come per esempio al “Piedibus”, ma facciamo da supporto anche al “Giro delle Creste”. Crediamo che farci vedere possa aumentare l’interesse della gente nei nostri confronti». Con il presidente verranno eletti anche i delegati all’assemblea provinciale e nominati i candidati all’elezione nel consiglio provinciale. L’assemblea si terrà a partire dalle 20,30 nella sala De Lisi, in via Cavour 1. Chi desiderasse proporre la propria candidatura lo potrà fare direttamente durante i lavori assembleari. Poi, a ottobre, insieme alla sezione Aido pisognese festeggerà anche quella provinciale.

AL.ROM.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1