CHIUDI
CHIUDI

16.06.2019

Pisogne riparte dai cantieri pubblici

La nuova giunta comunale di Pisogne
La nuova giunta comunale di Pisogne

Gruppo civico Crea Pisogne pronti via. L’avventura della nuova amministrazione comunale trasversale è iniziata col primo consiglio comunale in una affollatissima sala consiliare: l’investitura del neo primo cittadino Federico Laini, il giuramento sulla Costituzione, il primo discorso ufficiale e la comunicazione delle deleghe. La giunta sarà composta da Claudia Zanardini, vicesindaco a cui spetteranno Bilancio, Tributi, Patrimonio, Lavori Pubblici e Sicurezza; Teresa Bruzzese avrà in carico i Servizi alla persona, l’Istruzione e le Politiche giovanili; Giovanni Bettoni sarà il responsabile di Sport, Turismo e Cultura; Nicola Musati invece supervisionerà i settori Ambiente, Assetto idrogeologico, Viabilità, Protezione civile e Sviluppo montano e lacustre. Tanti i progetti che la Giunta Laini (il sindaco ha tenuto per se le deleghe a Urbanistica, Edilizia privata e Personale) ha in cantiere e su cui inizierà a lavorare. «Per prima cosa dovremo affrontare l’estate e lavorare per il turismo - anticipa il primo cittadino - e per questo siamo nelle fasi organizzative della Mostra mercato. Stiamo capendo come funziona la macchina amministrativa, e per questo incontreremo tutti i dipendenti, la vera forza di un Comune. Quindi inizieremo a lavorare sui progetti, per farci trovare pronti se si presentassero opportunità importanti». I progetti (lo ha ribadito di fronte al consiglio) non saranno faraonici, ma essenziali e mirati: «Di sicuro le priorità saranno le ristrutturazioni e la messa in sicurezza della palestra comunale, del municipio e dei plessi scolastici, che necessitano di una completa riqualificazione». La maggioranza sarà completata da Gigliola Bonetti, Anna Nessi, Oreste Risi e Matteo Domeneghini, nominato capogruppo. La minoranza di Passione Comune ha eletto Diego Invernici, sindaco uscente, a capogruppo: con lui Andrea Belleri, Monica Frassi e Claudio Faustini. Già nella serata d’esordio l’opposizione è stata chiara: «Le deleghe assegnate - ha detto Invernici - ci danno da pensare. Per esempio non c’è nessun assessorato a rappresentare Gratacasolo». •

AL.ROM.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1