CHIUDI
CHIUDI

23.12.2019

Sci, show e tour gastronomici Sarà una fine d’anno coi fiocchi

L’alta Valcamonica offre un demanio sciabile perfetto
L’alta Valcamonica offre un demanio sciabile perfetto

Il pienone è atteso tra San Silvestro e la Befana, ma le colonne di veicoli in movimento verso l’alta Valle, sabato come ieri, confermano che, in barba alla tradizione che vuole tutti (o quasi) a casa il 25 dicembre per poi mettersi in viaggio a Santo Stefano, quello di quest’anno sarà un Natale sugli sci. Fino al tardo pomeriggio di venerdì la pioggia ha sferzato il territorio e messo in agitazione gli operatori turistici che, ora dopo ora, assistevano all’abbassamento del manto nevoso accumulato dai 1.600 metri in su grazie alle copiose nevicate delle scorse settimane. Ormai rassegnati, hanno visto la pioggia trasformarsi in fiocchi e sono tornati a sorridere. Al Tonale la nevicata ha portato un altro mezzo metro di ottimo prodotto bianco; molti centimetri in più, ovviamente, risalendo i pendii: un metro abbondante sul ghiacciaio del Presena, che si aggiunge ai circa quattro frutto delle precedenti perturbazioni e fortunatamente risparmiati a questa quota. IL DEMANIO sciabile è pronto (all’appello mancano solo la «nera» di Temù e qualche collegamento tra le ski aree) per un Natale da incorniciare, come non si vedeva da anni. Oltre allo sci, turisti e residenti potranno godere delle decine di manifestazioni programmate in ogni paese, anche nei più minuscoli agglomerati; quelli che solitamente si rianimano esclusivamente nei canonici periodi delle vacanze estive o invernali. Citarle tutte è veramente impossibile, per cui elencheremo quelle che, probabilmente, saranno le più partecipate. A Malonno, la Nuova Pro loco Malonnese, in collaborazione con il Comune, l’oratorio, il gruppo New scout e le attività commerciali propone per domani una passeggiata gastronomica. Ritrovo alle 13 in piazza Roma, sosta golosa in piazza Maria Ausiliatrice e merenda in piazza della Repubblica, dove alle 16 è fissato il concerto «Cantomcrismas» di Piergiorgio Cinelli e Daniele Gozzetti. Concerto anche nella vicina Sonico (ieri sera la parrocchiale era gremita per il grande gospel dell’One soul project choir): la sera di Santo Stefano, alle 20, nella sala polifunzionale ci saranno la tradizionale esibizione del gruppo bandistico San Lorenzo e la premiazione degli studenti meritevoli. Piazza Martiri di Edolo era affollata ieri pomeriggio per la castagnata dell’associazione che sostiene l’attività dei vigili del fuoco. Sulla passerella antistante il municipio e in piazza Nicolini, nei fine settimana sono allestiti i mercatini e il 26 dicembre nella cittadina si terrà la «Serata della montagna»: alle 20.30 nell’aula magna del Centro polivalente di via Morino. Organizza la sezione del Cai e ospite speciale sarà l’alpinista Federica Mingolla. A Monno va in scena la rievocazione organizzata dalle Fiamme verdi della messa (e della faticosa camminata) celebrata per i partigiani asserragliati sui monti la notte di Natale del 1944 da don Giovanni Antonioli: il ritrovo è a Monno per il pomeriggio di venerdì. Alle 15,30 si partirà alla volta del Mortirolo con don Battista Dassa, che presiederà il rito nella chiesetta di San Giacomo in ricordo di Agape Nulli Quilleri ed Ermes Gatti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lino Febbrari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1