CHIUDI
CHIUDI

28.10.2019 Tags: Esine

Santa Maria abbraccia il nuovo vicario

Don Guido Menolfi durante la sua prima giornata pastorale a Esine
Don Guido Menolfi durante la sua prima giornata pastorale a Esine

Lunedì prossimo, 4 novembre, don Guido Menolfi festeggerà i suoi 56 anni a Esine, la sua nuova destinazione pastorale arrivata dopo che nei mesi scorsi il vescovo lo aveva scelto per ricoprire l’incarico di vicario parrocchiale dell’Unità pastorale della Valgrigna. Il compleanno deve ancora arrivare, ma sicuramente la festa che gli è stata riservata nelle ultime ore, in occasione del suo ingresso ufficiale nelle comunità religiose di riferimento, supererà ampiamente quella per la ricorrenza. ORDINATO nel giugno del 1988 e legato da ragazzo alla parrocchia di Cogno, don Menolfi ha avuto la possibilità di misurare l’affetto che i suoi nuovi parrocchiani già gli dimostrano. Ad accoglierlo nella splendida cinquecentesca chiesa di Santa Maria per il primo contatto c’erano davvero tantissime persone, e il saluto d’esordio, faticando a contenere la propria commozione, don Guido l’ha ricevuto dal sindaco Emanuele Moraschini. Il lungo corteo ha poi raggiunto la parrocchiale di San Paolo nella quale il nuovo pastore ha concelebrato la sua prima messa esinese, proponendo una omelia costruita sui ringraziamenti e sulla necessità di costruire una unità d’intenti affiancato da un folto gruppo di sacerdoti e da monsignor Gian Pietro Giacomelli, responsabile di quell’Unità pastorale della Valgrigna che comprende le parrocchie di Esine, Plemo, Sacca, Berzo Inferiore e Losine. Sabato in occasione della festa sulle facciate della chiesa e del vicino oratorio sono stati stesi alcuni striscioni di benvenuto; uno in particolare con una scritta significativa: «Ciao don, siamo felici di averti qui». Sempre sabato ha fatto il proprio ingresso a Demo don Giuseppe Magnolini, 49 anni, che ha preso possesso anche della parrocchia di San Lorenzo. Anche qui tanti i fedeli che hanno fatto ala al sacerdote, il quale in corteo ha raggiunto la chiesa per la celebrazione della messa di inizio mandato pastorale. •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1