Sapori storici, nasce la CAMunity food

Tra le specialità camune figurano storicamente gli «gnoc de cola»
Tra le specialità camune figurano storicamente gli «gnoc de cola»

È stato battezzato «CAMunity Food. Le tue ricette di famiglia» il progetto lanciato da Voilà, la società cooperativa che ha sede a Darfo e che ha vinto il bando «Il nuovo racconto della Valle dei Segni» aperto dalla Comunità montana e realizzato con il contributo dei fondi della legge 77 del 2006. Di cosa si tratta lo spiega a nome della coop Elisa Martinelli: «È un racconto social di comunità che vuole coinvolgere le famiglie camune nella creazione di una community online, attraverso la quale far rivivere le ricette della tradizione come i casoncelli, le tagliatelle con farina di castagne, i gnoc de cola o le piode di Monno, che ogni nucleo familiare porta nel cuore IL PROGETTO è partito in dicembre e ci sarà tempo fino al 15 febbraio per produrre il materiale: bisogna presentare una ricetta con un video di tre minuti o una sequenza fotografica di dieci scatti, e il tutto sarà valutato da una commissione composta da esponenti di Voilà, dell’Associazione ristoratori Valle Camonica e di Slow Food. La scelta cadrà su 4 famiglie con le relative ricette, quelle che «saranno riuscite a trasmettere in maniera più efficace il valore di CAMunity food - prosegue Martinelli -. I giudici valuteranno l’originalità della proposta, la complessità della realizzazione e il legame con la tradizione. Partecipando si contribuirà a realizzare un ricettario digitale della Valle dei Segni». Per saperne di più e per partecipare i riferimenti sono camunityfood@gmail.com; vallecamonicacultura.it/ccamunityfood e profili social camunityfood. •

L.RAN.