Viabilità più sicura La provinciale sarà a misura di pedone

I lavori  per la costruzione della passerella sul torrente Re
I lavori per la costruzione della passerella sul torrente Re

La strada provinciale 1 che collega (e attraversa) i territori di Piancamuno e Artogne non è esattamente un posto «tranquillo»; soprattutto per gli utenti deboli della viabilità. Ed è con l’obiettivo di migliorare la circolazione dei veicoli e di garantire la sicurezza dei pedoni che la percorrono che sono stati avviati interventi importanti. Parliamo della fase ora esecutiva dei lavori di riqualificazione nella località Colombine, sul territorio di Piancamuno. Le opere previste? La sistemazione dell’incrocio tra le vie Santa Giulia e Rossini con la posa di un semaforo a chiamata; la realizzazione di un tratto di marciapiede e la costruzione di un nuovo ponticello sul torrente Re che permetterà a ciclisti e camminatori il collegamento con Artogne senza dover scendere sulla carreggiata. Iniziando dalle competenze di quest’ultimo Comune, il previsto marciapiede che arriva all’alveo del corso d’acqua è stato completato, e adesso tocca a Piancamuno portare a termine le opere finanziate con il supporto del settore Strade della Provincia. Per coprire la spesa, l’ente superiore ha messo a disposizione 190 mila euro. Ma ha contribuito anche la Comunità montana di Valcamonica mettendo sul piatto 15mila euro, mentre il Comune guidato da Giorgio Ramazzini ne ha investiti 115 mila. I lavori sono stati affidati a un’impresa di Ceto, che in concorrenza con le altre tredici ammesse all’asta si è aggiudicata la procedura negoziata con un ribasso del 2,98%. Al termine della riqualificazione avrà trovato soluzione anche il problema della sicurezza dell’incrocio tra la strada provinciale e le vie Rossini e Santa Giulia. Un trivio all’altezza del quale si trova la piazzola di fermata dei pullman: è qui che fanno capo gli studenti diretti agli istituti scolastici di Breno, Pisogne o Lovere e i rischi legati all’attraversamento non mancano, nonostante la presenza di strisce pedonali. Con la prevista installazione di un semaforo a chiamata potranno stare tutti più tranquilli. Non appena i lavori di collegamento con il marciapiede di Artogne saranno conclusi, l’intero asse stradale della provinciale 1, che corre tra PianCamuno, Gianico e Darfo, sarà arricchito da un percorso pedonale parallelo e senza soluzione di continuità. •. D.Ben.