CHIUDI
CHIUDI

31.07.2020

Basta truffe, gli anziani alla riscossa

Truffe agli anziani: a Lumezzane scatta un progetto di autodifesa
Truffe agli anziani: a Lumezzane scatta un progetto di autodifesa

Finti tecnici o presunti promoter di società energetiche, telefoniche o di associazioni di volontariato che si presentano alla porta per proporre contratti farlocchi da firmare o donazioni. O peggio, distrarre e conquistare la fiducia degli inquilini per introdursi in casa e cercare di mettere a segno il proprio disegno di raggiro rubando denaro e gioielli. Ma anche telefonate di presunti avvocati che chiedono soldi per difendere i parenti da accuse inesistenti, o il rischio di vedersi prosciugare conti correnti e carte negli acquisti online. Insomma, truffe, con gli anziani vittime più vulnerabili. A LUMEZZANE, dove i residenti con almeno 65 anni sono quasi un quarto della popolazione, si sta lavorando a un’iniziativa di contrasto ai raggiri. Un modo con cui gli anziani, memori degli esempi appresi, potranno essere più furbi dei malviventi, segnalando i casi alle forze dell’ordine. Si chiama «Altolà alla truffa» il progetto illustrato nell’ultima seduta di Giunta dal sindaco Josehf Facchini (che ha la delega alla sicurezza) steso con la comandante della Polizia locale condivisa con Sarezzo Desirée Vezzola e che si propone di coinvolgere anche gli «Amici degli Anziani». L’iniziativa sarà illustrata nei dettagli il prossimo autunno e con l’intenzione di partire in inverno, prevedendo nell’arco di un anno sei serate condotte da psicologi, geriatri, pensionati e da un direttore di banca. Il progetto valgobbino, per un costo di quasi 18 mila euro, coglie l’occasione di un bando regionale al quale l’amministrazione ha deciso di aderire nelle ultime ore. Il Pirellone mette a disposizione 600 mila euro cofinanziando fino all’80 per cento i progetti accolti e da 5 mila a 10 mila euro. E Lumezzane, che con gli altri partecipanti conoscerà il proprio destino a metà ottobre quando verrà pubblicata la graduatoria, spera di vedersi premiato con una parte di quei fondi. •

Fabio Zizzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1