CHIUDI
CHIUDI

15.10.2020

Brescia e la Valtrompia piangono Savino tradito dai boschi che amava

Savino Bregoli è morto precipitando in un canalone: oggi l’addio _
Savino Bregoli è morto precipitando in un canalone: oggi l’addio _

Lo hanno tradito quei boschi dove amava rifugiarsi per andare a caccia, cercare funghi o semplicemente meditare. Savino Bregoli, 57enne di Pezzaze è morto precipitando in un canalone durante una delle tante sue escursioni in solitaria. «Per godersi la pace e la grande bellezza della natura bisogna restare in solitudine», spiegava ai suoi amici cacciatori e alpini della Valtrompia. Anche lunedì era partito con la tenda canadese e il sacco a pelo per trascorrere la notte in Val Cavallina. Sarebbe dovuto tornare a casa a pranzo martedì, ma non vedendolo arrivare la moglie Giovanna ha lanciato l’allarme. Il Soccorso alpino della Stazione di Valle Trompia della V Delegazione Bresciana, i carabinieri e i Vigili del fuoco hanno cominciato una ricognizione lungo il potenziale itinerario dello scomparso. Le ricerche hanno avuto un tragico epilogo. Il cadavere del 57enne è stato individuato dai soccorritori in un canale molto impervio, in località Dosso del Corno, in Valcavallina, a circa 900 metri di quota, in territorio di Pezzaze. Sono stati necessari due recuperi di circa 60 metri ciascuno per portarlo fino al sentiero. «TUTTO IL PAESE si è mobilitato nella speranza di trovare Savino ancora vivo - racconta il sindaco di Pezzaze Oliviero Gipponi -: purtroppo ci siamo dovuti arrendere alla drammatica realtà. Siamo molto tristi perché la famiglia Bregoli e in particolare il fratello della vittima Bettino, è stata già colpita da un altro grave lutto». Cenca, così era soprannominato in Valtrompia Savino Bregoli era residente a Pezzaze, ma per lavoro si fermava molti giorni in città. Dipendente della Loggia, alla vittima dell’incidente in montagna, era affidato l’incarico di addetto alla manutenzione dei cimiteri. Questo pomeriggio alle 15 è fissato il funerale nella chiesa di Pezzaze. Al termine della celebrazione funebre la salma sarà tumulata nella tomba di famiglia. Alle esequie potranno partecipare al massimo 56 persone per rispettare il protocollo anti-covid. Oltre alla moglie lascia il figlio Lorenzo e i fratelli Bettino e Stelio.

Barbara Bertussi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1