CHIUDI
CHIUDI

11.12.2019

Con il Piano per lo studio si investe in un futuro rosa

Investire sul futuro è importante, e a Villanuova ci credono; tanto che il nuovo Piano per il diritto allo studio, anche se leggermente ridimensionato rispetto all’edizione precedente, impegna il Comune per 375 mila euro «distribuiti» sulle esigenze di 547 studenti. Per l’anno scolastico in corso l’ente locale si occupa di 109 piccoli della scuola materna (in calo del 5% rispetto allo scorso anno), 240 scolari dell’elementare «Don Milani» (11 in meno) e 198 ragazzini della media «Enrico Fermi» (9 in più), per un totale di 547 giovanissimi dai 6 ai 13 anni (un anno fa erano 555), 149 nati in famiglie di immigrati (in crescita, il 27%). Villanuova spende per la formazione 686 euro per ogni residente in età scolare in un anno. «Si tratta di un investimento in continuità col passato - sottolinea l’assessore a Istruzione e Servizi sociali Renato Berta -. Una spesa che tiene conto della disabilità a scuola, sempre crescente, del servizio mensa (che coinvolge 147 ragazzi su 2 turni) e di quello del trasporto (67 utenti tra capoluogo e frazioni) ma anche dello spazio compiti per 22 ragazzi e dell’iniziativa “Pan di Zucchero”. Significative poi le spese per la manutenzione ordinaria e straordinaria che il Comune sostiene per gli edifici scolastici». La parte del leone nel piano la fa il sostegno ad personam dei ragazzini con disabilità, che da sola costa 220 mila euro, quasi il 60% dell’intera spesa, in forte crescita sul 2018. Altri 75 mila servono per il trasporto scolastico con 2 autobus. Poi le borse di studio, sempre per 6.400 euro. Inoltre ci sono l’annualità del progetto Centro servizi per la famiglia Pan Di Zucchero della Valsabbia, dell’associazione Amici dei bambini, l’attività di doposcuola con educatori per i ragazzi della media segnalati dai servizi sociali e le attività pomeridiane di doposcuola per l’elementare per 19 mila euro complessivi. Dalle uscite vanno detratti 89 mila euro frutto di entrate che, visti i numeri, coprono meno d’un quarto della spesa. •

M.PAS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1