CHIUDI
CHIUDI

11.07.2020 Tags: Gavardo

Finto invalido truffa all’Inps centomila euro

I carabinieri di Gavardo  hanno smascherato il falso invalido di Flero
I carabinieri di Gavardo hanno smascherato il falso invalido di Flero

Per il certificato medico che gli garantiva una pensione di invalidità, risultato del tutto in regola, non avrebbe nemmeno potuto alzarsi da una seggiola. Alla realtà dei fatti però lui, un 57enne di Flero, non solo poteva muoversi, ma addirittura era in grado di gettarsi nella mischia e fare a botte. Secondo quanto raccolto dai carabinieri di Gavardo al termine di un’indagine durata un anno e condotta dal sostituto procuratore Donato Greco, il falso invalido avrebbe percepito dal 2014, da quando sarebbe rimasto vittima di un incidente stradale oltre 87 mila euro a titolo di pensione di invalidità e 20 mila euro circa come indennità di accompagnamento. Ed è stato lui stesso a farsi smascherare e denunciare per truffa aggravata e continuata ai danni dell'Inps. Lo scorso anno era rimasto coinvolto in una lite all'interno di un bar di Gavardo al termine della quale aveva chiamato i carabinieri raccontando di essere invalido. Secondo il certificato medico era costretto a indossare il busto e a muoversi solo utilizzando le stampelle. La telecamera interna del locale teatro della zuffa dimostrava invece il contrario. NELLE IMMAGINI, scaricate e visionate dai carabinieri, si vedeva infatti il 57enne muoversi con agile disinvoltura e fare andare le mani come se non avesse alcuna invalidità. Terminata la lite, così hanno ricostruito i militari, avrebbe indossato nuovamente i panni del povero invalido rimettendosi il busto e riprendendo in mano le stampelle. Ai carabinieri aveva raccontato quel che era accaduto nel locale, ma i militari avevano voluto fare qualche accertamento in più e analizzando il video della telecamera di sicurezza del locale pubblico hanno scoperto la messa in scena del falso invalido. Il certificato in cui veniva attestata la sua invalidità è risultato autentico: secondo quanto ricostruito da inquirenti e investigatori, il 57enne avrebbe tratto in inganno il medico legale che lo aveva visitato concedendogli la possibilità di ottenere dal 2014 la pensione di invalidità e l'indennità di accompagnamento. In sei anni è riuscito a mettere da parte un bel gruzzolo, oltre 100 mila euro. Ma ora il gioco è finito. •

Paolo Cittadini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1