CHIUDI
CHIUDI

14.02.2019

Scuola, imparare con il digitale

I Chromebook di Google sono sempre più utilizzati nelle scuole
I Chromebook di Google sono sempre più utilizzati nelle scuole

Il gran giorno è arrivato: saranno consegnati oggi gli oltre 30 Google Chromebook destinati agli studenti dell’istituto comprensivo di Gavardo, nell’ambito di un progetto finanziato da Fastweb con il contributo del Comitato genitori. Lunga vita all’alta tecnologia: i nuovi device, a disposizione di alunni e insegnanti, sono a touchscreen e utilizzano in gran parte programmi non residenti, attraverso applicazioni connesse a internet che non richiedono installazioni o aggiornamenti. Sono in grado di accendersi (e di spegnersi) in circa sette secondi, attrezzati con batterie che consentono un’autonomia di 14 ore consecutive. «Negli Stati Uniti oltre il 60% dei computer dedicati alla didattica sono dei Chromebook – spiega il vicepreside, e animatore digitale dell’istituto comprensivo, Giovanni Landi – ma in Italia sono ancora poche le scuole che hanno deciso questo cambio di rotta. I nuovi computer possono essere fortemente personalizzati, tanto da elaborare un profilo diverso per ogni utente, consentendo così anche un maggiore controllo sul loro utilizzo». Oltre ai Chromebook, è stata acquistata anche una Lim (lavagna interattiva multimediale) innovativa e avviato un percorso di formazione per il team d’innovazione sulla gestione avanzata della Google Suite. La cerimonia di consegna andrà in scena dalle 15 in aula magna: interverranno la dirigente Maurizia Di Marzio, il vicepreside Landi, la referente bresciana del Piano nazionale scuola digitale Antonella Greco, il responsabile di Google Education Italia Marco Berardinelli, il Google Certified Educator Alessandro De Bono. A margine anche l’esibizione dell’orchestra e del coro delle scuole medie: intorno alle 16.30 la consegna. •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1