CHIUDI
CHIUDI

07.03.2019

Scuole a prova di terremoto, il conto lievita

La scuola dell’infanzia paritaria e parrocchiale di Soprazocco:  via libera all’adeguamento sismicoLa scuola dell’infanzia «Regina Elena» di Sopraponte: i lavori dovrebbero partire entro l’estate
La scuola dell’infanzia paritaria e parrocchiale di Soprazocco: via libera all’adeguamento sismicoLa scuola dell’infanzia «Regina Elena» di Sopraponte: i lavori dovrebbero partire entro l’estate

Un restyling antisismico obbligato per gli istituti scolastici di Gavardo: a meno di un mese dalla sostanziosa programmazione (circa 1,7 milioni di euro) degli interventi alle scuole medie di via Dossolo, all’elenco si aggiungono i due interventi da realizzare alle scuole dell’infanzia di Soprazocco e Sopraponte, in tutto altri 800mila euro spalmati nei prossimi tre anni. Il piano di adeguamento sismico interessa tre edifici che ospitano circa un migliaio di studenti: è la conseguenza della verifica sull’indice di vulnerabilità delle cosiddette «opere rilevanti», ad esempio scuole e ospedali, prevista dall’ordinanza del marzo 2003 della Presidenza del Consiglio dei ministri. «Interventi che andavano fatti da tempo, e non potevano essere rimandati»: così ha detto il commissario straordinario Anna Pavone, che guiderà il Comune fino alla primavera. E che intanto ha aggiornato il Piano triennale delle opere pubbliche, da lasciare in eredità ai futuri amministratori, che al suo interno contiene solo ed esclusivamente gli interventi sulle scuole: e così agli 1,7 milioni delle scuole medie (700mila già nel 2019) si aggiungono i 406mila per la scuola dell’infanzia paritaria e parrocchiale di Soprazocco, 190mila euro per l’anno in corso, e altri 356mila per la scuola materna paritaria Regina Elena di Sopraponte, 160mila nel 2019. Come per le medie, costruite negli anni ’70, anche i due asili cominciano ad avere qualche anno di troppo: quello di Soprazocco è stato inaugurato nel 1978, costruito a seguito della fusione tra le due scuole dell’infanzia di San Biagio e San Giacomo. Anche l’asilo di Sopraponte è operativo dagli anni ’80 in via Paolo VI, arroccato in salita a poche centinaia di metri dalla chiesa e dall’oratorio: fondato addirittura nel 1918, da circa 40 anni è stato trasferito nell’attuale sede. «COME GIÀ FATTO per le scuole medie - scrive il commissario Pavone in - il Comune, dopo aver eseguito una prima verifica sulle scuole materne delle frazioni, ha provveduto all’ulteriore approfondimento previsto dalla normativa. E i coefficienti di vulnerabilità sismica rilevati comportano dunque la programmazione di interventi di adeguamento». Gli interventi «saranno realizzati per lotti, procedendo prima sui nodi che hanno un indice minore di vulnerabilità, per poi completare le opere in funzione dei risultati emersi a seguito degli interventi effettuati». Facile immaginare i primi interventi già la prossima estate, a scuole chiuse: 440 gli iscritti alle medie, a cui si aggiungono i 450 delle elementari, 60 quelli dell’asilo di Soprazocco, una quarantina quelli di Sopraponte. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1