CHIUDI
CHIUDI

11.10.2019

Ha un malore al bar: salvato in extremis da un ex infermiera

Come tutte le mattine, ieri prima di andare al lavoro si è fermato al bar, il «Numero 18» di via Pedrali, a Muscoline, proprio di fronte alla scuola materna: ha ordinato un caffè seduto al suo solito tavolo, e poi si è accasciato privo di sensi. Sono ore di apprensione per la situazione di Francesco Natoli, 56 anni, commissario capo della Polizia locale di Brescia: le ultime notizie dall’ospedale Civile, dove è stato ricoverato d’urgenza, parlano di condizioni stabili e di un paziente sotto sedativi. L’ALLARME è stato lanciato ieri mattina poco dopo le 7: è stata un’altra cliente del bar ad allertare i proprietari, Sonia e Alberto. Mentre la moglie chiamava il 112, Alberto e un amico hanno alzato Natoli dalla sedia e l’hanno sdraiato a terra a pancia in su. La fortuna ha voluto che proprio in quel momento, meno di un minuto dopo il malore, sia entrata nel locale Lorena, una ex infermiera di Muscoline andata da poco in pensione. In attesa dei soccorsi, arrivati comunque in pochi minuti, l’ex infermiera gha praticato il massaggio cardiaco al 56enne, e probabilmente gli ha salvato la vita. Sul posto si sono precipitati i volontari del Cosp di Bedizzole, accompagnati dall’automedica di Gavardo. Natoli è stato rianimato con il defibrillatore, e una volta che ha ripreso a respirare in autonomia è stato intubato, caricato su una barella e trasferito a Brescia con l’elicottero atterrato a poche decine di metri di distanza. È stato portato al Civile e nel pomeriggio le sue condizioni si sono stabilizzate. È stato raggiunto in ospedale dalla moglie Monica e dalla figlia ancora piccola mentre in paese la voce si spargeva rapidamente, e anche a Brescia, dove Natoli lavora da anni, in tanti si sono preoccupati per lui. Adesso si attendono novità dall’ospedale, per sapere quando si riprenderà. Dopo la tragedia sfiorata, i titolari del Numero 18 annunciano una raccolta fondi per l’acquisto di un defibrillatore da consegnare poi alla materna Pedrali: l’appello a un piccolo contributo economico è rivolto a tutti i clienti, abituali e non. •

AL.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1