CHIUDI
CHIUDI

03.02.2019

I maghi dei numeri giocano e si sfidano sui banchi di Idro

L’eccellenza va premiata, e per l’Istituto di istruzione superiore «Giacomo Perlasca» di Idro (e di Vobarno) è arrivata una nuova conferma di prestigio: la sede lacustre sarà nuovamente scuola-polo e sede di semifinale dei prossimi Campionati internazionali dei giochi matematici. La finale nazionale dei giochi, affidati alla gestione del Centro Pristem dell’Università Bocconi, è in calendario l’11 maggio proprio nel celebre ateneo privato di Milano, dove si selezionerà la squadra italiana per la finale internazionale di Parigi di fine agosto: verranno scelti i primi cinque classificati delle categorie C1 e C2 e i primi 3 delle L1, L2 e Gp. Le semifinali si terranno invece sabato 16 marzo in 100 città italiane da Adria a Trapani passando anche per Idro, a partire dalle 14.30. «Per la provincia di Brescia - ricorda Milva Rizzardi, docente del Polivalente e referente per Idro del progetto della Bocconi- le sedi sono 2: una in città e l’altra la offriamo noi». Quello che si avvicina sarà il 33esimo Campionato, il 26esimo a cura della Bocconi, e come sempre sarà aperta a tutti i matematici a partire dalla prima media e senza limiti d’età. Per iscriversi servono solo voglia di mettersi in gioco, passione per la matematica, logica, intuizione e fantasia. I PARTECIPANTI sono divisi in categorie: C1 (prima e seconda media), C2 (terza media e prima superiore), L1 (seconda, terza e quarta superiore), L2 (quinta superiore e biennio universitario) e Gp (adulti e ultimi anni universitari). «Cerchiamo anche adulti vogliosi di mettersi in gioco», sottolineano gli organizzatori. Per capire di cosa di tratta, all’indirizzo web http://matematica.unibocconi.it/articoli/archivio-giochi ci sono problemi e soluzioni delle edizioni passate. Le iscrizioni sono già aperte: c’è tempo però solo fino al 9 febbraio, e bisogna versare 8 euro. Gli studenti del Perlasca di Idro e Vobarno devono semplicemente rivolgersi ai rispettivi insegnanti di matematica e versare 3 euro. Il resto della quota, visto il valore educativo dell’iniziativa, lo paga l’Istituto. •

M.PAS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1