CHIUDI
CHIUDI

26.09.2020

Il «premio Ecomuseo» sceglie il primo vincitore in una rosa di 7 candidati

Promotori e responsabili dell’Ecomuseo del Botticino
Promotori e responsabili dell’Ecomuseo del Botticino

A poche ore dalla proclamazione del vincitore - oggi pomeriggio al Teatro Centro Lucia di Botticino - sono stati svelati i sette pretendenti al successo della prima edizione del Premio Ecomuseo del Botticino: è dedicato ai talenti, giovani, donne e uomini «che si sono contraddistinti in ambito artistico, culturale, professionale e sociale, contribuendo con azioni, progetti e opere alla crescita e promozione della cultura, delle tradizioni e del patrimonio all’interno del territorio in cui opera Ecomuseo». Per la cronaca la sede è a Prevalle, il territorio interessato copre una decina di Comuni, da Mazzano a Serle, da Nuvolera a Vallio. I FINALISTI sono emersi dal «basso», con le segnalazioni fatte da cittadini e associazioni nei mesi di marzo e aprile: a vagliare le candidature una giuria di qualità capitanata da Lara Vantini, direttrice del Cfp di Rezzato. Questi i sette finalisti, in ordine alfabetico: il musicista di Gavardo Gianni Alberti, il commediografo (ed ex sindaco di Botticino) Gio Pietro Biemmi, il giornalista e scrittore Enrico Giustacchini, l’imprenditrice di Prevalle Anna Maria Ferraboli (detta Mimma), il pittore di Paitone Aldo Locatelli, il regista e autore (ancora di Botticino) Giacomo Luzzardi, l’attivista e «filantropo» Paolo Marchiori, affetto da Sla ma da sempre in prima linea in associazioni come Aisla. Come detto, l’appuntamento con la proclamazione e le premiazioni (sono previsti riconoscimenti anche per il secondo e il terzo classificato) è fissato per oggi, dalle 16.30, al Teatro Centro Lucia di Botticino. I posti sono limitati causa l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, ormai quasi tutti esauriti, e la prenotazione obbligatoria: per informazioni è possibile contattare il numero 340 3913752, oppure inviare una mail all’indirizzo info@centrolucia.it. All’appuntamento saranno presenti i sindaci (oppure loro delegati) di tutti i Comuni del territorio interessato dall’Ecomuseo, oltre a uno special guest: l’assessore regionale alla Cultura Stefano Bruno Galli, già in visita all’Ecomuseo la scorsa estate. © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.GATT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1