L’operazione «Eridio pulito» va. Ora si riparte da Ponte Caffaro

La posa  dell’ultimo tratto di collettore partirà dalla spiaggia Ros di Ponte CaffaroIl cartello  che annuncia l’avvio delle opere di collettamento
La posa dell’ultimo tratto di collettore partirà dalla spiaggia Ros di Ponte CaffaroIl cartello che annuncia l’avvio delle opere di collettamento
La posa  dell’ultimo tratto di collettore partirà dalla spiaggia Ros di Ponte CaffaroIl cartello  che annuncia l’avvio delle opere di collettamento
La posa dell’ultimo tratto di collettore partirà dalla spiaggia Ros di Ponte CaffaroIl cartello che annuncia l’avvio delle opere di collettamento

Saranno 6 chilometri che faranno la differenza. Un unico progetto che realizzando il collettore e una pista ciclopedonale centreranno due risultati: la ripulitura del lago e una sua fruizione a basso impatto. Ieri mattina a Ponte Caffaro sono stati «cantierizzati» i lavori di posa dei sei chilometri di tubi che completeranno il collettamento fognario della sponda occidentale del lago d’Idro: quelli che mancano fra Ponte Caffaro e Anfo per trasferire i reflui al depuratore di Sabbio Chiese e terminare l’intero sistema di depurazione per la media e alta Valsabbia. E la pista? Sopra il tracciato degli scavi è prevista proprio la realizzazione di una ciclopedonale che unirà i due paesi. Una doppia soddisfazione per residenti, ambientalisti e sicuramente anche per i turisti. L’operazione prevede anche la posa di una nuova rete acquedottistica che metterà fine ai problemi di approvvigionamento di tutte le zone abitate nel territorio compreso fra i due Comuni. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Mila Rovatti