CHIUDI
CHIUDI

24.01.2020 Tags: Valsabbia

Nella Protezione civile è di scena la continuità

Alcuni membri della protezione civile gavaredese con il sindaco
Alcuni membri della protezione civile gavaredese con il sindaco

Usando una frase fatta potremmo parlare di una decisione nel segno della continuità. Merito naturalmente della preparazione e dell’affidabilità dimostrate. È successo a Gavardo, dove l’amministrazione comunale ha rinnovato le cariche del gruppo locale di protezione civile confermando l’attuale coordinatore Francesca Spina, e anche il suo vice Marco Carè. Entrambi erano già stati confermati, circa un anno fa, dal commissario prefettizio Anna Pavone: resteranno in carica fino alla fine del 2021. La protezione civile gavardese è stata ufficialmente costituita nel 2011, iscritta all’albo regionale dal 30 dicembre dello stesso anno: il gruppo comunale è poi diventato operativo dalla fine del 2012 A OGGI sono 26 i volontari al servizio di questo prezioso gruppo civico: come da regolamento, chiunque volesse aggregarsi deve presentare una domanda e attendere l’approvazione del sindaco, che è il responsabile unico del sodalizio. Tecnicamente parlando, poi, i nuovi volontari possono essere formati dalla Regione, dalla Prefettura, dal corpo nazionale dei vigili del fuoco o da altri tecnici qualificati appartenenti a enti o istituzioni che siano ritenuti idonei. Oltre alla disponibilità a intervenire in caso di emergenza o necessità, tradizionalmente la protezione civile gavardese si segnala per le tante iniziative realizzate sul territorio: l’ultima solo lo scorso autunno, con l’adesione all’iniziativa nazionale «Io non rischio», una campagna informativa sul tema delle misure da adottare in caso di calamità naturali. In accordo con l’ufficio provinciale e il dipartimento ministeriale di Protezione civile, dalla prossima estate sarà attivo e operativo anche a Gavardo un nuovo sistema di allerta meteo a disposizione di tutti i cittadini. •

AL.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1