CHIUDI
CHIUDI

15.06.2019

Nuvolera, prende forma l’Agnelli bis

La seconda amministrazione targata Andrea Agnelli prende forma. Sono infatti state attribuite dal primo cittadino rieletto le deleghe agli assessori che andranno a comporre la nuova giunta. Il sindaco terrà per sé bilancio, attività commerciali e produttive, sicurezza, sport, personale e cave. Alla carica di vice è stato nominato Diego Agnelli, classe 1985: a lui andranno le deleghe alla cultura e alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico. Ai lavori pubblici è stato invece designato Stefano Dioni, già assessore durante il primo mandato di Agnelli; oltre alle opere pubbliche Dioni sovrintenderà edilizia privata e urbanistica, protezione civile, ecologia e ambiente. Nuova entrata è invece quella dell’assessore Beatrice Rossini, che si occuperà di relazioni istituzionali, biblioteca, comunicazione e terza età. NELLA NUOVA GIUNTA Agnelli è stato inserito anche un assessore esterno, un’altra donna, Rossella Ghirardi, che si occuperà di servizi sociali e pubblica istruzione, rapporti con enti e associazioni del volontariato, politiche di integrazione e famiglia. Per finire, come da prassi ormai diffusa, sono numerose le deleghe attribuite ai consiglieri comunali, che collaboreranno con i componenti l’esecutivo di «Progetto Nuvolera». E così il consigliere Albino Franzoni è stato delegato a svolgere una parte degli incarichi della pubblica istruzione; Cipriano Benuzzi alle manutenzioni ordinarie e patrimonio boschivo; Diego Albini alla gestione del territorio e all’ambiente per la località Campagna; Cristiana Manessi si occuperà di attività culturali, musica, concerti e spettacoli in genere. Infine Nicola Bianco Speroni (che era vicesindaco nella prima giunta Agnelli), curerà la promozione e la regolamentazione del settore estrattivo, strategico per un paese marmifero come Nuvolera. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Cazzago
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1