CHIUDI
CHIUDI

15.05.2020

Prevenzione e sapori tipici al tempo del virus

Le mascherine per i bambiniAl lavoro per preparare la polenta taragna del coronavirus
Le mascherine per i bambiniAl lavoro per preparare la polenta taragna del coronavirus

C’è stata una suddivisione dei ruoli perfetta ad Agnosine: da una parte la prevenzione sanitaria; dall’altra un po’ di conforto gastronomico. Così, mentre la Protezione civile distribuiva ai bambini dai 2 ai 12 anni le mascherine gratuite prodotte proprio in paese, la Polisportiva e l’Acl offrivano a ogni cittadino, sempre gratis e col supporto del Gam Ana di Bione, una porzione di «polenta taragna del coronavirus». «Volevamo strappare alla nostra gente un sorriso offrendo un segnale di conforto e speranza - hanno commentato i promotori della polentata -. Per questo nei primi due sabati di maggio abbiamo preparato e poi consegnato a domicilio più di mille porzioni di taragna». Nel primo caso la consegna all’ora di pranzo è stata per i residenti delle frazioni di Trebbio, Sant’Andrea e Casale; nel secondo è invece toccato a quelli di Renzana, Fondi e Binzago. «Abbiamo preparato e distribuito circa 8 quintali di polenta usando centinaia di chili di formaggio e farina; senza dimenticare il burro». E le mascherine? La Protezione civile agnosinese, che nelle scorse settimane aveva già distribuito oltre 4.000 mascherine ai cittadini adulti, tutte «made in Agnosine» in quanto prodotte dalla «Simapac» (3.600 le aveva pagate il Comune, che aveva poi ricevuto dal Gruppo raccolta carta e dallo Studio tecnico associato Massetti un corposo contributo, e 400 le aveva regalate la stessa azienda produttrice) nella mattina di domenica 10 si è occupata di una seconda consegna gratuita di altri 130 pezzi nuovamente offerti dall’azienda locale ai giovanissimi. «SONO protezioni lavabili per bambini con un doppio strato in cotone: all’interno - spiegano i produttori - c’è cotone bianco idrorepellente, all’esterno cotone fantasia o in tinta unita. Vanno lavate in lavatrice a 40° e stirate ad alta temperatura». «Devo ringraziare tutti - commenta il sindaco Giorgio Bontempi - per la generosità e il senso di comunità dimostrato». •

M.PAS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1