CHIUDI
CHIUDI

07.11.2019

Aggredito due volte
dai bulli. I colpevoli
scoperti dai Vigili

La doppia aggressione si era verificata durante la festa d’estate
La doppia aggressione si era verificata durante la festa d’estate

Derubato e picchiato da coetanei a Sabbio Chiese in una sera della scorsa estate, il 18enne di Vobarno vittima dei bulli avrà ora almeno la consolazione di sapere che i suoi aggressori sono stati assicurati alla giustizia. Dopo qualche mese di indagini «tradizionali», basate su testimonianze e riconoscimenti fotografici, gli agenti dell’Aggregazione della Polizia locale della Vallesabbia hanno individuato i colpevoli, tutti minorenni ora denunciati a piede libero alla Procura dei minori chi per tentato furto aggravato e chi per aver procurato lesioni fino a una prognosi di 30 giorni. TUTTO PARTE in una tarda serata dell’estate scorsa, quando un 18enne di Vobarno si sta divertendo alla tradizionale festa estiva di Sabbio Chiese. A un certo punto, mentre sta ballando, viene avvicinato da un ragazzo che lo aggredisce alle spalle e gli strappa dal collo la catenina d’oro. Il 18enne reagisce e, dopo un breve scontro fisico, lui recupera la catenina e il ladro scappa. Non era finita, però. Dopo un’ora e mezzo dal primo episodio, ecco che d’improvviso si trova di fronte due ragazzi che stanno litigando pesantemente e interviene e per dividerli e sedare la rissa. Ma mentre ci prova, ecco che viene colpito da un devastante diretto al volto che lo mette a terra. Medicato in ospedale, avrà una prognosi di 30 giorni. A quel punto decide di denunciare i due episodi ai vigili dell’Aggregazione valsabbina che, in servizio alla festa, avviano subito le indagini. INDAGINI non facili, basate solo su testimonianze e su riconoscimenti fotografici, visto che di filmati da videocamere non ce ne sono e che la vittima non conosceva nè il ladro né il picchiatore. «Ci sono voluti più di 3 mesi di ricerche - spiega il comandante Fabio Vallini - ma in questi giorni siamo arrivati a indicare sia chi ha tentato il furto della catenina d’oro, un minorenne straniero che risiede a Vobarno, sia chi ha sferrato il pugno al volto del 18enne, anche lui minorenne straniero, stavolta di Agnosine. Ne è seguita per entrambi la denuncia da parte dei vigili alla Procura dei minori, che ora deciderà come procedere». •

Massimo Pasinetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1