PRODUZIONI AGRICOLE

Al supermercato verde la spesa si fa sugli alberi

I clienti possono fare la spesa scegliendo i prodotti direttamente nel campo
Federica con le sue ciliegie:  una sua idea il negozio di frutta a «metri zero»
Federica con le sue ciliegie: una sua idea il negozio di frutta a «metri zero»
Federica con le sue ciliegie:  una sua idea il negozio di frutta a «metri zero»
Federica con le sue ciliegie: una sua idea il negozio di frutta a «metri zero»

Lo scorso anno era rimasta senza lavoro e ha deciso di reinventarsi. Così Federica Milla, con l’aiuto del padre, esattamente un anno fa ha aperto le «Mille delizie dell’orto», un’attività di produzione agricola diretta dove i clienti possono fare la spesa scegliendo i prodotti direttamente nel campo. L’utilizzo di alimenti a chilometro zero è gradito da molti consumatori: qualcuno ama coltivare verdure e ortaggi nel giardino o sul balcone di casa, altri preferiscono recarsi direttamente dal produttore. Proprio per rispondere all’esigenza di quest’ultimi Federica ha avviato questo progetto che non è a a chilometri zero, ma si potrebbe dire a «metri zero». «Lo scorso anno sono rientrata negli esuberi del Auchan di Concesio e dopo 15 anni sono rimasta senza lavoro –racconta Federica, 46 anni da compiere tra qualche giorno -. Mi sono dovuta per forza di cose inventare un lavoro. Abbiamo quindi pensato di prendere in affitto un lotto di terreno dalla Curia di Brescia, abbiamo costruito una casetta mobile in legno e iniziato a coltivare ortaggi che vendiamo direttamente al pubblico». Inizialmente il chiosco era una delle classiche melonere estive dove fermarsi per mangiare anguria, melone o spiedini di frutta, poi è cominciata la semina. Oggi fare invece la spesa alla «Mille delizie dell’orto» è diventata una vera esperienza sensoriale. «Abbiamo messo a disposizione dei clienti dei cestini che possono riempire recandosi direttamente nel campo per raccogliere la verdura dell’orto o togliere i fichi dalle piante - spiega Federica -. Abbiamo pure frutti di bosco come mirtilli e lamponi. Ci sono dei cestini per i bambini ai quali spieghiamo come avviene la coltivazione di tutto quello che vedono». I clienti sono accompagnati durante questa fase di scelta, ma chi non è interessato all’esperienza di raccolta e cerca semplicemente verdura e frutta di qualità a chilometro zero, può semplicemente fermarsi al chiosco e fare la spesa nella maniera «normale». L’esperimento di Federica, aiutata dai genitori nella gestione, sta avendo un ottimo riscontro: la clientela arriva da tutta la Valtrompia e dalla città. Spesso viene detto che frutta e verdura oggi non hanno più sapore, ma invece quello che si trova nel campo di Concesio è particolarmente saporito. E oggi è in programma la festa del primo anniversario: «Un anno di sacrifici e di emozioni, ma abbiamo portato a casa anche tante soddisfazioni - conclude Federica-. Sarà una giornata aperta a tutti: ai clienti affezionati e a chi ancora non ci conosce». La festa durerà dalla mattina a sera inoltrata, si potrà farà la spesa oppure sedersi e gustare un po’ di frutta fresca. •.

Marco Benasseni

Suggerimenti