CHIUDI
CHIUDI

02.11.2019

Benessere, Civitas fa il pieno

La sala saretina piena di ascoltatori per l’Università del benessere
La sala saretina piena di ascoltatori per l’Università del benessere

L’hanno battezzata «Università del benessere», e la prima serata dell’«anno accademico» è stata un successo, raccogliendo un grande numero di partecipanti. Così, in attesa del prossimo appuntamento, in programma nei prossimi giorni, la società pubblica Civitas che organizza l’iniziativa ha voluto tirare le somme dell’incontro; che ha visto la presenza di oltre 300 persone nel teatro San Faustino di Sarezzo. La serata è stata molto partecipata non solo dal punto di vista della permanzenza di tante persone interessate nella sala, ma anche per via della forte interazione tra il pubblico, composto da genitori e insegnanti, e il relatore. Al tavolo c’era Daniele Novara, impegnato a offrire una chiave di lettura del conflitto come elemento positivo. «SE GESTITO correttamente, litigando restando sul problema e regolando le proprie emozioni - ha spiegato - il conflitto rappresenta un’occasione di crescita e sviluppo dell’autonomia, utile a diventare adulti più capaci di relazionarsi con gli altri e che hanno voglia di stare con gli altri senza temere i conflitti». Adesso si va avanti, e la società della Comunità montana che si occupa di assistenza e cultura invita a partecipare, giovedì 7 alle 20,30 nella sala consiliare di Bovezzo, in via Vittorio Veneto 13/15, al prossimo incontro. Si parlerà di come difendersi dall’inquinamento urbano e di come prevenire le patologie cardiorespiratorie. I relatori saranno Michela Bezzi, direttore della Pneumologia dell’ospedale civile di Brescia, e Giovanni Maifredi, dirigente medico dell’Osservatorio epidemiologico dell’Ats di Brescia. Giovedì 21 a Caino si parlerà invece di cibo, salute e sostenibilità e di come comportarsi a tavola per prevenire e guarire. •

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1