Dipendenze, risposte multiple L’assistenza allarga gli spazi

di Marco Benasseni
L’interno  della futura, nuova sede dello Smi «Gli Acrobati» di Concesio. Sempre in viale EuropaL’attuale   ingresso del servizio dedicato alle dipendenze
L’interno della futura, nuova sede dello Smi «Gli Acrobati» di Concesio. Sempre in viale EuropaL’attuale ingresso del servizio dedicato alle dipendenze
L’interno  della futura, nuova sede dello Smi «Gli Acrobati» di Concesio. Sempre in viale EuropaL’attuale   ingresso del servizio dedicato alle dipendenze
L’interno della futura, nuova sede dello Smi «Gli Acrobati» di Concesio. Sempre in viale EuropaL’attuale ingresso del servizio dedicato alle dipendenze

L’obiettivo era quello di avere una casa grande per far fare un salto di qualità altrettanto importante all’assistenza ad alcune categorie di persone fragili, e «Gli Acrobati», una società cooperativa sociale onlus, sta per raggiungerlo; ma senza spostarsi da Concesio. I gestori dell’omonimo «Smi» di viale Europa (l’acronimo sta per Servizio multidisciplinare integrato) hanno infatti acquistato un nuovo ambulatorio sopra l’esistente grazie a un finanziamento ipotecario di 420 mila euro erogato da UniCredit nell’ambito del programma Social impact banking, che ha tra i gli obiettivi quello di sostenere iniziative e progetti realizzati per creare un «impatto sociale» positivo e misurabile. Il finanziamento, con una durata di 15 anni, serve appunto all’acquisto dell’immobile nel quale verrà trasferito l’ambulatorio operativo oggi, che col trasloco godrà di maggiori spazi e maggiore capacità di accoglienza. Entrando nei dettagli, il consorzio Gli Acrobati lavora offrendo attività di prevenzione e recupero alle persone con problemi di uso e abuso di sostanze legali e illegali e alle prese con la dipendenza dal gioco d’azzardo. Non solo: da alcuni mesi sta cercando di sviluppare servizi rivolti a utenti che convivono con un uso patologico di internet, dello smartphone e dei giochi on line. Negli obiettivi dello Smi c’è anche la prevenzione, rivolta in particolare, con attività specifiche, ai giovani e alla scuola. Tornando alla nuova sede, che secondo il piano industriale del consorzio entro il 2026 arriverà ad accogliere 800 persone all’anno, metterà a disposizione spazi da utilizzare per le attività di gruppi psicoeducativi rivolti agli utenti in carico, con una particolare attenzione per la fascia di età 16-29. Oltre che col finanziamento a impatto sociale di 420 mila euro, UniCredit Social impact banking ricompenserà la onlus di Concesio con cinquemila euro a fronte del raggiungimento di obiettivi di impatto sociale, e la somma sarà utilizzata per offrire screening sierologici e assistenza alle persone indigenti o che vivono per strada. «Da 10 anni siamo impegnati a accogliere persone con problemi con sostanze stupefacenti, alcol e gioco d’azzardo e le rispettive famiglie - ricorda Stefano Rizzi, amministratore delegato de Gli Acrobati -. Abbiamo aperto nel 2010 e negli anni abbiamo avuto un costante aumento di richieste. Era necessario cercare una sede più ampia e grazie alla collaborazione con Unicredit stiamo raggiungendo l’obiettivo».•.