CHIUDI
CHIUDI

29.03.2019

Gardone, dal «Moretti» filo diretto con il lavoro

Alcuni dei ragazzi che hanno partecipato al progetto scuola-lavoro
Alcuni dei ragazzi che hanno partecipato al progetto scuola-lavoro

Obbligatoria dal 2015, l’alternanza scuola-lavoro punta, attraverso l’esperienza pratica, a consolidare le conoscenze degli studenti e a verificare le competenze sul campo, dando loro la possibilità di capire in anticipo quali campi lavorativi potrebbero interessarli in futuro e dove potrebbero eventualmente, per naturale inclinazione o per passione, crescere a livello professionale. Grazie al loro professore di diritto, Sergio Di Miceli, le classi terze del liceo Moretti di Gardone, plesso associato al Beretta, sono state impegnate in un progetto nazionale di alternanza curato da Unioncamere. Le due classi, la terza G e la terza F, hanno partecipato all’iniziativa che ha coinvolto la Camera di Commercio di Brescia, l’Aib e il comune di Gardone. GLI STUDENTI hanno partecipato a 32 ore complessive di lavoro e formazione: la terza G sul tema dell’internazionalizzazione, con uno studio sul mercato della Nigeria presentato alla fine a Clemente Bugatti della Bugatti Group di Lumezzane; la terza F sulle strategie di comunicazione digitale, con una relazione presentata poi ai rappresentanti della Raffineria Metalli Guizzi di Villa Carcina. Il progetto proseguirà con altre 30 ore a giugno, stavolta in azienda.

B.BER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1