Il settore viaggi è fermo ma Sarezzo scommette su una rapida ripartenza

A «Profili del mondo» di Sarezzo aspettano di ripartire
A «Profili del mondo» di Sarezzo aspettano di ripartire

Durante le festività l’attenzione del pubblico è stata rivolta a bar e ristoranti che hanno accusato perdite importanti, ma quello della ristorazione, delle colazioni e della movida non è l’unico settore che sta soffocando. Lo ricorda Paola Prandelli, titolare dell’agenzia viaggi «Profili del mondo» di Sarezzo, che insieme ad alcuni colleghi si sta inventando per affrontare i prossimi mesi. Il settore registra perdite superiori al 90% e in molti non hanno ancora ricevuto i ristori. Secondo l’Agenzia nazionale del turismo, i numeri del 2018 relativi alle vacanze in Italia corrispondono al 13,2% del Pil nazionale, per un giro d’affari di 232,2 miliardi di euro. Inoltre, in questo ambito si registra il 15% dell’occupazione totale: 3,5 milioni di addetti. «Per questo 2020 non c’è stata nessuna festa e nessuno ha molto da dire - racconta Prandelli -. Fermi da fine febbraio, con un calo che supera il 90%, i dipendenti in cassa integrazione da mesi, i costi fissi da pagare e per come siamo messi ora in Italia con poche prospettive di ripartire a breve». COME detto gli operatori sono in attesa di ricevere aiuti e fondi dallo Stato, e sperano che vengano erogati quanto prima. Alcuni titolari hanno percepito 600 euro ad aprile, e 1.920 euro come contributo per la società a dicembre. Poi stop. Troppo poco per sopravvivere. Tante le restrizioni in vigore che hanno completamente bloccato il comparto. Le prospettive? «Vorremmo continuare a essere ottimisti ma è sempre più difficile - risponde Prandelli -. Tra colleghi ci stiamo muovendo per creare sinergie, sviluppare una programmazione sia per gruppi sia per viaggi individuali per la primavera e l’estate. Puntiamo su sulla voglia di ripartire dei nostri clienti. Perché sì, la voglia di viaggiare c’è!». Tra i colleghi ci sono Marzia Savioli e Sabrina De Arcangelo, di Tatami viaggi e Ippogrifo viaggi di Brescia, e Giancarlo Brunetti di Ozio viaggi Palazzolo: «Confidiamo di poter accompagnare i nostri clienti in sicurezza in viaggi organizzati già da marzo - dichiarano insieme - e speriamo nella prenotazione delle vacanze estive».

M.BEN.