CHIUDI
CHIUDI

20.03.2019

Il «virus» che salva la vita dagli incidenti sul lavoro

Il cantautore Piergiorgio Cinelli
Il cantautore Piergiorgio Cinelli

Un anno nero il 2018 per le morti bianche. Una vera e propria strage silenziosa che non poteva lasciare indifferente la Valtrompia. E così, grazie a un progetto promosso da Focus Ingegneria, e patrocinato dai comuni di Villa Carcina e di Sarezzo, dalla Comunità Montana di Valle e dall’associazione «Condividere la strada della vita», giovedì 28 marzo alle 20, sul palco del Teatro San Faustino di Sarezzo e nell’ambito di «Italia Loves Sicurezza», andrà in scena lo spettacolo «Il virus che ti salva la vita». «PUNTIAMO a diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro tramite uno strumento incisivo, una comunicazione non convenzionale - spiegano Christian Montani, amministratore di Focus Ingegneria ed esperto in materia di sicurezza, e Karen Martino - Quello di Sarezzo è solo un primo passo che poi proseguirà con altri eventi sempre gratuiti. L’obiettivo è di costituire in Valtrompia e a Brescia attività mirate per i giovani, che sono i lavoratori di domani». Lo spettacolo del 28 marzo non sarà quindi una semplice rappresentazione teatrale; sul palco saliranno diversi ospiti che toccheranno temi importati, sempre in chiave non convenzionale. Ci saranno Vito Schiavone dell’agenzia spaziale italiana, il cantautore bresciano Piergiorgio Cinelli, Davide Scotti, segretario della Fondazione Lhs, il vice direttore generale della fabbrica d’armi Beretta, Daniele Bertoni, i presidenti di Anmil Brescia, Roberto Valentini, e di «Condividere la strada della vita», Roberto Merli, e l’esperta di pari opportunità Anna Maria Gandolfi. «Questo evento ha una valenza territoriale importante - dichiara Clara Ricci, vice presidente della Comunità Montana - È importante tenere alta l’attenzione sulla prevenzione e la sicurezza». Durante la presentazione dello spettacolo il vice sindaco di Villa Carcina Moris Cadei ha annunciato che uno dei capannoncini vicino alla nuova farmacia, che sarà inaugurata nelle prossime settimane, sarà intitolato all’Anmil (associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro), realtà con la quale l’amministrazione comunale da tempo collabora.

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1